Dave Bautista rifiuta il paragone con The Rock e John Cena: "Non sono una movie star"

Dave Bautista rifiuta il paragone con The Rock e John Cena: 'Non sono una movie star'
di

In una lunga conversazione intrattenuta con Tampa Bay Times l’ex wrestler si è lasciato andare ad interessanti dichiarazioni circa il metodo con cui seleziona i progetti cinematografici cui aderisce, non mancando di rigettare una volta per tutte il parallelismo con altri colleghi del calibro di Dwayne “The Rock” Johnson e John Cena.

Hollywood ha bussato alla sua porta nelle vesti dei Marvel Studios, facendogli firmare diversi anni fa l’ingaggio che lo ha visto interpretare per più occasioni il temibile – poi non così tanto – Drax il Distruttore in Guardiani della Galassia (2014), scritto e diretto da James Gunn. Da lì in poi sono arrivate ulteriori chiamate altrettanto importanti come quella per Spectre (2015), la pellicola sullo 007 impersonato da Daniel Craig, I predoni (2016) con Bruce Willis e Christopher Meloni, Blade Runner 2049 (2017) di Denis Villeneuve con Harrison Ford e Ryan Gosling e via dicendo.

Nonostante la sua carriera da attore hollywoodiano tenga dunque il passo con quella di altri suoi ex colleghi lottatori come Johnson o Cena, Dave Bautista rifiuta categoricamente di essere accostato ai due attori, opzionando per sé una strada del tutto diversa dalle scelte adottate dai due:

Non mi paragonate a The Rock o John Cena. Lo fanno tutti e mi infastidisce. Loro sono wrestler diventati poi stelle del cinema. Io sono… qualcos’altro. Ero un wrestler. Ora sono un attore.

The Rock era, in qualche modo, una stella del cinema prima ancora che lo diventasse. C’è qualcosa che lo riguarda che è davvero speciale. Non potrei mai dire il contrario. Lo considero un grande attore? C***o, no.

Voglio belle parti. Non mi importa di Fast and Furious o Bumblebee. Non è il genere di successo che ricerco. Io voglio far parte di Dune. Voglio lavorare con Denis Villeneuve. Voglio lavorare con Sam Mendes e Jodie Foster. Voglio lavorare con i vincitori di premi Oscar. Sono orgoglioso di essere un caratterista. Voglio quel genere i rispetto, di credibilità e di formazione”.

Sul tanto chiacchierato licenziamento di Gunn dalla regia di Guardiani della Galassia Vol. 3, Bautista torna a ribadire il suo pieno appoggio al filmmaker, che considera come una persona rispettabile, gentile che “non farebbe del male ad un’anima ma che ha fatto battute terribili e grossolane per essere provocatorio”.

FONTE: TBT
Quanto è interessante?
9