Marvel

Dave Bautista sul caso Disney-James Gunn: "Non volevo fare The Suicide Squad"

Dave Bautista sul caso Disney-James Gunn: 'Non volevo fare The Suicide Squad'
di

Dopo il licenziamento di James Gunn da parte della Disney tutto il cast dei Guardiani della Galassia si è schierato in prima linea per difendere il regista, e su tutti hanno fatto molto rumore le dichiarazioni di Dave Bautista.

Secondo alcuni report, infatti, l'interprete di Drax avrebbe addirittura voluto abbandonare la saga dei Marvel Studios per unirsi al cast del sequel/reboot di Suicide Squad targato DC, progetto affidato proprio a Gunn e tuttora in sviluppo (il regista dirigerà il terzo film dei Guardiani solo dopo aver concluso la sua esperienza con la DC).

Durante una recente intervista con Entertinament Tonight, Bautista ha smentito categoricamente queste voci, sottolineando però che era disposto a farsi licenziare per difendere il suo amico: "No, non stavo per saltare nel progetto di Suicide Squad. Più che altro era arrivato al punto in cui pensavo 'Licenziatemi pure, non mi interessa. Dovete ascoltare cos'ho da dire." Perché se hai fatto la scelta sbagliata non mi interessa se mi licenzi. Voglio solo essere onesto e difendere il torto fatto ad un mio amico."

"Questo è quello che è successo," ha continuato l'attore, che pochi giorni fa è apparso al fianco di Kumail Nanjiani nel primo trailer di Stuber. "Non stavo minacciando di fare The Suicide Squad, volevo solo dire "Se le se cose stanno così io me ne vado. Non voglio farne parte.'"

Per la gioia di Bautista e di molti fan del MCU la Disney, che a quanto pare non ha preso in considerazione nessun altro regista per proseguire la saga, ha deciso lo scorso marzo di riaffidare la regia dei Guardiani della Galassia Vol. 3 a James Gunn.

FONTE: ET
Quanto è interessante?
6