Il Dark Universe compie due anni: è morto già da uno e mezzo

Il Dark Universe compie due anni: è morto già da uno e mezzo
di

Due anni fa è stato annunciato per la prima volta il The Dark Universe, un franchise simil-horror che, sulla scia del successo dei Marvel Studios, avrebbe dovuto riunire in un unico universo narrativo coerente tutti i titoli della collana dei classici mostri Universal.

La compagnia si era ritrovata tra le mani una gallina dalle uova d'oro con il successo di Jurassic World, che aveva riportato in auge la saga di Jurassic Park, ma siccome l'industria cinematografica impone che ogni studio vanti molto più un singolo franchise, la Universal volse il suo sguardo al passato e credette - anche giustamente - di poter valorizzare i brand che la resero famosissima dagli anni '30 in poi: i mostri.

L'Uomo Invisibile, Dracula, il Mostro della Laguna Nera, la Mummia, Frankenstein, la Sposa di Frankenstein ... tutti uniti in un unico universo narrativo, tutti collegati: allo stesso modo del Marvel Cinematic Universe - e allo scopo di competere con il MonsterVerse della Warner Bros. e della Legendary - ogni personaggio avrebbe avuto un suo film, per poi riunire il "team" in un evento crossover.

Ma il progetto guidato da Alex Kurtzman e Chris Morgan è durato pochi mesi: oltre al disastro di critica e pubblico rappresentato dal film inaugurale del franchise, La Mummia, con protagonisti Tom Cruise, Sofia Boutella e Russell Crowe (nella parte di Dottor Jekyll/Mr. Hyde) la saga mai nata della Universal è stata affossata da una serie di circostanze che mescolano sfortuna a pessima progettazione.

The Invisible Man, il cui ruolo era stato affidato a Johnny Depp, è stato vittima delle storie di gossip e delle polemiche che hanno iniziato ad affossare sempre più la reputazione della star, accusato dall'ex moglie Amber Heard di varie violenze domestiche. Depp è scomparso gradualmente ma rapidamente dal progetto, con la Blumhouse che si è impossessata dei diritti sullo script (The Invisibile Man uscirà nel 2020 grazie a Jason Blum, anche se ancora non è stato trovato un protagonista).

Si sono perse completamente le tracce del Franknstein con Javier Bardem, nonostante quel famoso scatto pubblicato sui vari social - che trovate qua sotto - avesse posto tutte le basi necessarie per un progetto potenzialmente molto interessante. Ultimamente si è parlato di un possibile nuovo tentativo di reboot de La Mummia, al quale però ora come ora è difficile credere.

Voi cosa ne pensate? Discutiamone nella sezione dei commenti.

Quanto è interessante?
4