Dark Shadows. Intervista ad uno dei produttori

di

"Sarà sicuramente gotico". Così il produttore Jim Pierson descrive Dark Shadows, la nuova collaborazione tra Tim Burton e Johnny Depp ispirata all'omonimo serial anni '60, aggiungendo "probabilmente Sleepy Hollow potrebbe essere il paragone più azzeccato". Intervistato in esclusiva da Blog of Dark Shadows, Pierson si lascia a qualche commento sul progetto ed in particolare su Depp, che a detta di lui sarà perfetto nel riuscire ad infondere nel protagonista non solo il mistero, ma anche il romanticismo di una creatura della notte in cerca di redenzione ed amore.

La creatura della notte in questione sarà Barnabas Collins, diventato vampiro nel tardo '700 e infine incatenato e rinchiuso dentro un bara dal padre che non riuscì a sconfiggerlo. Qualche secolo dopo Willie Loomis, impiegato nella tenuta di Collinwood nella immaginaria Collinsport, lo libererà casualmente, pensando di trovare in quella bara dei tesori. Da quel momento in poi Collins si farà passare per un cugino inglese, mentre in segreto continuerà a cibarsi di vittime.
La novità introdotta con questo film, continua sempre Pierson, sarà il fatto di esplorare in maniera più approfondita il discorso "dell'uomo fuori dal tempo", argomento mai veramente trattato nel serial: "qui abbiamo un ragazzo che è stato per secoli dentro una bara. Non salirà in maniera istintiva dentro una macchina, non saprà come chiamare con un telefono, non accenderà la luce con l'interruttore, non saprà come usare l'acqua corrente. [...] Vogliamo fare qualcosa per umanizzare il personaggio".

Quanto è interessante?
0
Dark Shadows. Intervista ad uno dei produttori