Dark Phoenix doveva essere diviso in due parti: Simon Kinberg racconta i tagli allo script

Dark Phoenix doveva essere diviso in due parti: Simon Kinberg racconta i tagli allo script
di

Dopo l'annuncio della Snyder's Cut e la recente rivelazione dell'esistenza di una Ayer's Cut di Suicide Squad un'altra pellicola sembrerebbe avere tutti i requisiti per il lancio della sua versione orinale... Ma esisterà davvero? A dircelo il regista di Dark Phoenix Simon Kinberg.

Nella sua ultima interista ai microfoni di ComicBook Movie il regista ha infatti raccontato delle tante difficoltà incontrate sul set della pellicola Marvel, derivanti anche e soprattutto dalla scelta di tagliare una corposa parte della sceneggiatura.

Il progetto iniziale prevedeva infatti che le vicende della Fenice Nera di Sophie Turner e degli altri X-Men venissero raccolte in due pellicole, che successivamente sono state unite in un unico grande film.

"La versione del film che è stata distribuita rispecchia a tutti gli effetti la mia visione, che non è cambiata nonostante i tagli alla pellicola. Ci sono molte scene che abbiamo girato, ma che non abbiamo mai usato, così come in Giorni di un futuro passato. C'è persino un finale alternativo che non è quello che avete visto al cinema."

"Fare una Kingberg's Cut non significherebbe solo rimettere insieme i pezzi mancanti, perché a molti di essi non sono mai stati aggiunti gli effetti visuali o sonori, che sono parte fondamentale di un film del genere. Servirebbe moltissimo lavoro per farlo." ha poi commentato, rivelando di non essere interessato a ritornare sul progetto.

"In ogni film c'è sempre qualcosa che vorresti fosse andato diversamente, che non ritieni essere perfetto. Dark Phoenix è stato molto difficile da realizzare perché nella prima versione della sceneggiatura l'avevo immaginato come un film un due parti e all'improvviso sono state unite per ragioni che non dipendevano da me. Riuscire a dare un senso a tutta la storia nonostante quel cambio drastico è stata una sfida davvero ardua, ma sono contento del risultato finale che abbiamo girato, montato ed editato con tanta fatica."

Eppure, molti fan degli X-Men non hanno apprezzato la pellicola distribuita al cinema e adesso sanno anche il perché di una storia forse forzata in alcuni punti, ed infatti Dark Phonix è il peggior film del 2019, almeno secondo i box office.

Chi invece ha apprezzato molto la sua parentesi nei film Marvel è Sophie Turner, che ha recentemente rivelato che tornerebbe anche immediatamente nei panni di Jean Grey.

FONTE: cbm
Quanto è interessante?
4