Dan Aykroyd parla dell'idea originale di Ghosbusters 3 e del nuovo film di Jason Reitman

Dan Aykroyd parla dell'idea originale di Ghosbusters 3 e del nuovo film di Jason Reitman
di

Non solo mitico interprete dell'amatissimo Raymond "Ray" Stantz nei due capitolo originali di Ghostbusters, ma anche co-sceneggiatore insieme al compianto Harold Ramis di questi due pilastri del cinema pop, Dan Aykroyd è tornato in una recente intervista a parlare dell'idea del mai realizzato Ghostbusters 3.

Sì, sappiamo che Jason Reitman (Juno, Tra le nuvole) sta attualmente sviluppando un nuovo capitolo della saga che riunirà gli Acchiappafantasmi originali, fungendo da sequel al Ghostbusters 2 del 1989 e da soft-reboot della saga, introducendo dunque nuovi personaggi - a quanto pare ragazzini. Detto questo, è completamente differente dall'idea iniziale di Aykroyd e Ramis, come spiega lo stesso interprete e sceneggiatore.

Il terzo film doveva chiamarsi Hellbent. Nella nuova avventura, gli Acchiappafantasmi avrebbero viaggiato fino in Scozia per poi torna in una Manhattan completamente infestata di spettri (che avrebbero chiamato "Manhellton"). A vestire i panni del super-cattivo avremmo trovato Alec Baldwin, ma poi è sfumato tutto, come ha rivelato proprio Aykroyd ai microfoni di Gamespot: "Abbiamo perso interesse per un bel po' di tempo. Dopo il secondo film, che ha avuto successo, ognuno di noi ha cominciato a concentrarsi su cose diverse".

Continua: "Abbiamo provato storie diverse ma non tutti erano sempre contenti della storia. Penso che Hellben avrebbe potuto funzionare, ma non ero solo nella scelta, eravamo una squadra: io, Harold Ramis, Ivan Reitman, Bill Murray. Non siamo riusciti a trovare una storia che piacesse a tutti". Nel 2009 è anche uscito Ghostbusters - The Game (di cui è in arrivo la remastered), che per Aykroyd si può considerare un terzo capitolo effettivo, visto che ognuno dei protagonisti ha ripreso il ruolo (seppure con il solo doppiaggio) e che la storia era completamente originale e ambientata nel 1991, dopo la sconfitta di Vigo il Carpatico.

Nel 2016, poi, il fallito reboot al femminile di Paul Feig, andando male sia in termini di incassi che di critica e accoglienza del grande pubblico e dei fan. Dice l'attore: "Ti fidi del regista, in fondo ha una sua visione, e gli abbiamo dato tutti il benestare, e solo per questioni economiche che poi non è stato realizzato un altro film con protagoniste femminili. A me sarebbe piaciuto, e forse un giorno lo faremo, chissà". Dunque dà appoggio anche all'idea dello stesso Paul Feig.

Sul nuovo capitolo di Ghostbusters dice invece: "Jason ha avuto una buonissima idea che ha catturato immediatamente tutti quanti. Si collegherà perfettamente, meglio di qualunque altra cosa, al primo film. Posso dirvi solo questo, che i due film saranno connessi e in un modo del tutto particolare, mai fatto prima".

FONTE: Gamespot
Quanto è interessante?
4