Dakota Fanning su Tarantino:"Lavorare con Quentin era il mio sogno"

Dakota Fanning su Tarantino:'Lavorare con Quentin era il mio sogno'
di

Dakota Fanning ha iniziato la sua carriera da giovanissima e nei primi anni 2000 era una delle baby attrici più famose a Hollywood. Anche da adulta Fanning ha collezionato diverse partecipazioni importanti, non ultima quella nel film di Quentin Tarantino, C'era una volta a... Hollywood, nel ruolo dell'adepta di Charles Manson, 'Squeaky' Fromme.

"Un mio grande sogno era lavorare con Quentin Tarantino. Lo desideravo da quando vidi Kill Bill per la prima volta. Quindi vivere quel tipo di realtà è diventato un attimo di sollievo, capisci cosa intendo? Si è trattato di un momento così emozionante, e perciò trovandomi sul set sono stata lì quasi tre settimane per lavorare alla mia parte. Mi ha solo ricordato perché amo fare l'attrice e perché è quello che voglio fare e che non esiste sbalzo d'adrenalina migliore che essere su un set con un regista che ammiri e un attore che ami, ogni singolo pezzo del puzzle è straordinario. Ed è stato anche molto intimo e Quentin diceva sempre 'è un bel giorno per girare un film'".

Dakota Fanning ha raccontato anche le sue sensazioni sul set:"Ero davvero nervosa, ma anche se è stata l'esperienza più grande della mia vita, Quentin l'ha resa davvero speciale e intima, era proprio lì dietro la macchina da presa e ha lavorato più e più volte con le stesse persone, una cosa che ho notato fare alla maggior parte dei grandi. Tengono la loro squadra molto vicina e sono tutti molto fedeli l'un l'altro, penso che sia davvero bello vedere questo cameratismo da vicino, ed è stato davvero incredibile e ha creato un ambiente molto sicuro" ha proseguito l'attrice, che ha fatto parte del nutrito cast di C'era una volta a... Hollywood e in particolare di una sequenza con il personaggio di Brad Pitt.
Su Everyeye trovate la recensione di C'era una volta a... Hollywood e un approfondimento su Margaret Qualley.

FONTE: Collider
Quanto è interessante?
3