Crescere con un serial killer: ecco l'incredibile storia di Woody Harrelson

Crescere con un serial killer: ecco l'incredibile storia di Woody Harrelson
di

Questa sera su Mediaset 20 va in onda Codice 999, il film del 2016 diretto da John Hillcoat che vanta tra i suoi protagonisti Woody Harrelson. In pochi sanno che l'attore ha avuto un passato molto particolare essendo figlio di un serial killer.

Woody Harrelson ha rivelato di essere stato abbandonato dal padre all'età di 3 anni ma, la il suo nome è stato una presenza ingombrante e costante della sua vita. Charles Voyde Harrelson è infatti salito agli onori della cronaca nel 1968 per l'omicidio di Alan Harry Berg, crimine dal quale fu assolto grazie alla portentosa difesa di Percy Foreman, uno dei migliori avvocati statunitensi dell'epoca ma, la sua carriera da assassino non si sarebbe arrestata.

Nello stesso anno viene accusato anche dell'omicidio di Sam Degelia Jr. un commerciante di grano, padre di 4 figli che uccise a sangue freddo. In questo caso venne condannato a 15 anni di galera ma, dopo soli 5 anni fu scarcerato per buona condotta. Infine fu processato per l'omicidio di John H. Wood Jr., giudice federale ucciso a colpi di pistola nel parcheggio della sua abitazione. Questo crimine gli costò l'ergastolo e, dopo aver tentato varie volte la fuga e dopo aver addirittura ammesso di aver preso parte all'omicidio di Kennedy, è morto di infarto tra le sbarre nel 2007.

Nonostante tutto, Woody Harrelson ha tentato comunque di conoscere quell'uomo che la stampa dipingeva come un freddo assassino e, addirittura nel 1981 ha deciso di incontrarlo in carcere nonostante i sentimenti contrastanti provati nei suoi riguardi.

Intanto se siete curiosi di scoprire qualcosa in più sul film in onda questa sera, date un'occhiata alla nostra recensione di Codice 999.

Quanto è interessante?
7