La cosa, l'ironia dei fan dopo i casi di Coronavirus in una base in Antartide

La cosa, l'ironia dei fan dopo i casi di Coronavirus in una base in Antartide
di

Nonostante la notizia drammatica dei casi di Coronavirus in Antartide, l'unico continente sinora esente da contagi, c'è chi ha cercato di sdrammatizzare la situazione con un po' d'ironia. Prima di questi contagi il Polo Sud era l'unico continente ancora privo di casi di COVID-19. Ora sono stati segnalati 36 casi in una base di ricerca cilena.

Secondo The Guardian, le persone contagiate sono state rapidamente scortate nel loro Paese natale, dove sono state immediatamente poste in isolamento. Questa notizia è la testimonianza di come nessun luogo al mondo sia al sicuro dal COVID-19, nemmeno le basi di ricerca in zone remote del pianeta, dove le condizioni di vita non sono adatte né per l'uomo né per gli animali. Tuttavia le persone hanno cercato di fare un po' d'ironia.

Una malattia facilmente trasmissibile e potenzialmente fatale che si espande in un gruppo affiatato di ricercatori dell'Antartico, causando malumori? Sembra davvero la trama di La cosa, remake di John Carpenter uscito nel 1982 del classico sci-fi degli anni '50, La cosa da un altro mondo, prodotto da Howard Hawks (in quel caso ambientato nell'Artico).
I fan hanno subito pensato che nemmeno il COVID-19 potrebbe competere con MacReady (Kurt Russell).
Il cast del film comprendeva anche Wilford Brimley, Keith David, Richard Masur e T.K. Carter.

Su Everyeye potete leggere la recensione de La cosa di John Carpenter. Ricordiamo che Carpenter è coinvolto anche nel reboot de La cosa, come annunciato lo scorso mese di agosto.

FONTE: Uproxx
Quanto è interessante?
1