Ecco come Daniel Craig si è tenuto in forma in vista di No Time To Die

Ecco come Daniel Craig si è tenuto in forma in vista di No Time To Die
di

Come per i capitoli precedenti, Daniel Craig si è dovuto sottoporre ad una dura preparazione per riprendere i panni di James Bond in No Time To Die. Simon Waterson, il personal trainer che lo ha aiutato nel processo, ha svelato alcuni retroscena sulla dieta e gli allentamenti dell'attore in una recente intervista.

"Daniel iniziava la giornata con pane di segale, uova in camicia, avocado e kimchi, magari anche un po' di cavolo. E curcuma. Poi limone e zenzero e via al lavoro. Oh, e ovviamente un caffè" ha spiegato Waterson al Times (via CinemaBlend). Craig alternava pasti a base vegetale, di pesce e ricchi di proteine per tutta la settimana, concedendosi la carne rossa solamente il venerdì. Tuttavia, occasionalmente si godeva una birra durante i giorni di pausa dal lavoro.

C'è però una cosa a cui Craig ha rinunciato per tutta la sua preparazione. Come ha confermato Waterson, infatti, l'attore ha smesso di fumare fin dal suo primo allenamento: "Ho bussato alla sua porta e mi ha risposto 'Ah, l'allenatore?' Dopodiché gli ho detto che sarebbe stata la sua ultima sigaretta."

Sebbene in passato si sia parlato di estenuanti sessioni di allentamento da 12 ore per quanto riguarda la preparazione di Craig, il personal trailer ha spiegato che in realtà i due hanno lavorato anche sul risparmio di tempo: "Se posso aggiungere tre componenti in un unico movimento, posso diminuire il tempo richiesto. Quello che solitamente richiede due ore? Risolto il trenta minuti."

L'uscita nelle sale di No Time To Die, lo ricordiamo, è stata posticipata al prossimo 12 novembre a causa dell'emergenza Coronavirus. Nel frattempo, per altri approfondimenti, vi rimandiamo alla nostra analisi del trailer di No Time To Die.

Quanto è interessante?
1