Star Wars

Colin Trevorrow sul suo licenziamento da Star Wars IX: "Book of Henry non c'entra"

di

Colin Trevorrow è tornato ancora sul suo licenziamento alla Lucasfilm, per la quale avrebbe dovuto scrivere e dirigere Star Wars: Episodio IX, poi ritornato nelle mani di J.J. Abrams.

Dopo il successo planetario di Jurassic World, infatti, Trevorrow era uno dei nomi più caldi dell’industria hollywoodiana ed è stato subito messo sotto contratto dalla Lucasfilm per curare l’ultimo capitolo della nuova trilogia di Star Wars. Tuttavia, il regista è stato licenziato qualche tempo dopo a causa di non meglio specificate “divergenze creative”, forse a causa dello script, steso, lo ricordiamo, quando Carrie Fisher era ancora in vita.

In una nuova intervista, il regista ha parlato anche della cattiva pubblicità seguita all’uscita di The Book of Henry, suo film indipendente uscito un anno fa nelle sale e massacrato dalla critica. Che questo fiasco abbia a che vedere con il suo licenziamento? Trevorrow non la pensa così: “Sai, non posso mettermi a speculare su questo aspetto. Dirò che la reazione a The Book of Henry ha fatto più danni del film stesso. E non mi riferisco nello specifico alla Lucasfilm, ma c’era una situazione molto acida. Ogni regista che ha lavorato alla Lucasfilm ha sempre messo cuore e anima nel progetto e loro hanno lasciato tutto sul tavolo. Il senso è che a volte alcune persone creative non riescono a trovare una strada condivisa”.

Trevorrow è il terzo brusco licenziamento alla Lucasfilm, dopo quelli di Josh Trank (dallo spin-off su Boba Fett) e del duo Chris Lord e Phil Miller (da Solo: A Star Wars Story). Insieme al suo partner, Derek Connolly, ha scritto la sceneggiatura di Jurassic World – Il Regno Distrutto, da ieri nelle sale italiane.

FONTE: Uproxx
Quanto è interessante?
3