Cloverfield 2 si farà davvero? Matt Reeves torna a parlare del mitologico sequel del cult

Cloverfield 2 si farà davvero? Matt Reeves torna a parlare del mitologico sequel del cult
di

Nel corso di una recente intervista promozionale, il regista Matt Reeves è tornato a parlare di Cloverfield 2, il mitologico sequel diretto del Cloverfield originale del 2008.

Come saprete la saga nel corso degli anni ha avuto diversi spin-off, ma il sequel diretto dell'originale, il solo e unico Cloverfield 2, è rimasto sempre nel limbo fino ad arrivare ad ottenere uno status mitologico tra i fan del franchise. Ora però Matt Reeves sta giocando con le aspettative degli appassionati come mai prima d'ora, e parlando con la rivista SyFy ha dichiarato:

"Non c'è dubbio che sarebbe un film incentrato sui virus, giusto? La cosa divertente di fare quel film, all'epoca, è stata aprirsi all'idea di realizzare cinema di genere inserendo al suo interno i miei sentimenti a proposito di un dato argomento. Con il primo Cloverfield avevo una tale ansia correlata a diverse cose ... voglio dire, ho ancora molta ansia. Penso che non sarei un regista se non avessi l'ansia. Ogni film che ho realizzato è una sorta di rappresentazione della mia ansia interiore, e penso che oggi un Cloverfield 2 sarebbe figlio dall'incertezza di ciò che non puoi vedere e dell'idea che stando accanto a qualcuno potresti inavvertitamente cogliere qualcosa di inaspettato. [A questo proposito, abbiamo parlato di come il cinema di Matt Reeves sia sempre un cinema del vedere parlando di The Batman e del punto di vista scelto per raccontare il film, ndr]. Ci sono stati alcuni thriller sui virus davvero spaventosi. Il contagio è certamente un argomento davvero spaventoso ... Un Cloverfield sulla diffusione di un virus sarebbe certamente un film spaventoso...".

In un'altra intervista, in occasione del 15esimo anniversario del film, Matt Reeves ha anche svelato le vere origini del mostro di Cloverfield.

Quanto è interessante?
1