Cinema e Coronavirus: ingressi limitati, ma in alcune regioni è chiusura totale

Cinema e Coronavirus: ingressi limitati, ma in alcune regioni è chiusura totale
di

Giorni bui, quelli che abbiamo di fronte, che purtroppo non potremo trascorrere in quell'oscurità accogliente della sala cinematografica, dato che il nuovo decreto approvato dal Governo Conte ha stabilito (tra le altre importanti misure) la chiusura o limitazione di tutti i cinema della penisola fino al prossimo 3 aprile per l'Emergenza Coronavirus.

Insieme alla chiusura di tutte le scuole e università nazionali (fino al 15 marzo) e ai musei, dunque, anche il cinema soccombe all'emergenza sanitaria causata dall'epidemia dilagante di Coronavirus, ormai presente in tutte le regioni dello Stivale e che sta mettendo in difficoltà il Sistema Sanitario Nazionale. Per questo si è decisa una mossa tanto drastica: così da evitare di sforzare ulteriormente gli Ospedali già affollatissimi e provare a contenere il diffondersi del Covid-19.

I cinema che potrebbero salvarsi dalla chiusura di un mese sono quelli "capaci di limitare il sovraffollamento delle sale e mantenere le distanze di almeno un metro tra uno spettatore e l'altro". Difficile, insomma, il che potrebbe avere anche ripercussioni di tipo piramidale, come ad esempio far entrare alcuni abbonati anziché un biglietto singolo e ridurre drasticamente la capienza delle sale pur mantenendo intatti gli stessi costi di gestione.

Il discorso varie comunque da regione a regione, e ad esempio nel cluster Lombardo l'ordinanza prevede la chiusura immediata di tutti i cinema, mentre in Piemonte sono ancora attivi. Pensiamo che entro i prossimi giorni arriverà una risposta più precisa e organizzata.

Come già annunciato in precedenza, erano già molti i film che erano stati posticipati a data da destinarsi, come L'Uomo Invisibile, Non si scherza col fuoco o anche Onward - Oltre la magia (che uscirà però il 16 aprile), e adesso saranno anche diverse altre uscita di marzo ad essere rimandate a dopo il 3 aprile, sempre che il provvedimento non venga esteso di altre settimane.

Purtroppo nella conta dei film interessanti dovrebbe rientrare anche Mulan della Disney, in modo obbligato e a prescindere dalle scelto dello studio, così come Volevo Nascondermi di Giorgio Diritti (che la distribuzione aveva coraggiosamente deciso di fare uscire oggi, 5 marzo), The Grudge, Bloodshot e Bombhsell.

Quanto è interessante?
3