di

Nel corso di una video intervista rilasciata a GQ, Russell Crowe ha parlato della nomination all'Oscar ottenuta da Paul Giamatti per la sua performance in Cinderella Man, diretto da Ron Howard. Il racconto di Crowe parte da un altro film, The Insider di Michael Mann, nel quale l'attore neozelandese ha recitato al fianco di Al Pacino.

In The Insider, Russell Crowe interpreta un dirigente di un'azienda di tabacco, con Al Pacino nel ruolo del cronista Lowell Bergman.
Per la corsa agli Oscar del film, la produzione decise di puntare su Russell Crowe dopo averne parlato con Al Pacino, che disse di 'puntare sul ragazzo', riferendosi a Crowe. Anche grazie a quest'investitura, Russell Crowe ottenne la nomination agli Oscar. Un gesto davvero da gentiluomo di Al Pacino, tanto che Crowe decise di voler replicare in qualche modo.

Dopo aver lavorato insieme in A Beautiful Mind, Russell Crowe e Ron Howard tornano insieme sul set di Cinderella Man - Una ragione per lottare, nel quale Crowe interpreta il pugile James J. Braddock. Quando lo studio iniziò le strategie per la corsa agli Oscar, Russell Crowe fece una promessa alla madre di Paul Giamatti, che morì proprio durante le riprese del film.
La star promise alla madre di Giamatti che suo figlio sarebbe stato nominato agli Oscar. Così disse alla produzione di 'puntare sul ragazzo', come fece pochi anni prima Pacino con lui.
"La madre di Paul Giamatti è morta nel corso delle riprese di Cinderella Man - Una ragione per lottare, e io le ho promesso al telefono che Paul sarebbe stato nominato agli Oscar perchè è un attore straordinario".
Cinderella Man - Una ragione per lottare racconta la storia di Jim Braddock (Crowe), un pugile sul viale del tramonto che dal successo e dalla ricchezza subisce la crisi della Grande Depressione e si ritrova povero e senza un lavoro. Grazie al supporto del suo manager Joe Gould (Paul Giamatti), Braddock torna sul ring e inizia un'inattesa ascesa verso il titolo di campione del mondo.
Su Everyeye trovate il racconto di Russell Crowe sulla quarantena dei figli e le dichiarazioni di Russell Crowe sul copione de Il gladiatore.

FONTE: Collider
Quanto è interessante?
2