Chris Pratt: "Sono arrivato a pesare 130 kg, ero affaticato e depresso"

Chris Pratt: 'Sono arrivato a pesare 130 kg, ero affaticato e depresso'
di

Oggi Chris Pratt è un vero sex symbol, con un fisico più che invidiabile ma, qualche anno fa le cose non stavano proprio così per la star di Guardiani della Galassia. A rivelarlo è stato proprio l'attore che ha ammesso di essere arrivato a pesare 130 kg e di essersi sentito spesso e volentieri affaticato e depresso per la sua condizione.

Pratt ha rivelato di essere arrivato addirittura a trangugiare quattro cheeseburger per volta prima di comprendere che si stava facendo del male. Il suo percorso verso il perfetto raggiungimento della forma fisica non è stato di certo facile, ma l'attore ce l'ha messa tutta:

"Continuavo ad andare avanti e indietro con i chili. Ho perso peso per " L'arte di vincere", poi sono ingrassato di nuovo, quindi sono calato per Zero Dark Thirty, e ancora ho ripreso tutti quei chili per interpretare Andy. È stato allora che mi sono visto in Zero Dark Thirty e subito mi sono detto: 'Devo rimettermi in forma, non voglio essere mai più grasso'".

Pratt ha ammesso di aver avuto anche vari problemi di salute a causa della sua forma non proprio perfetta: "Sono arrivato a pesare 130 chili. Mi sentivo impotente, affaticato, emotivamente depresso. Ho avuto a che fare con veri problemi di salute che mi stavano provocando seri danni. È una cosa che fa male al cuore, alla pelle, al fisico, allo spirito".

In passato Chris Pratt ha anche rivelato di aver avuto un'infanzia difficile, fatta di molte privazioni. Per fortuna le cose sono molto migliorate con gli anni. L'attore tra l'altro ha dimostrato di avere uno straordinario talento anche con i rompicapo, infatti Chris Pratt è stato eccezionale nel risolvere perfino il cubo di Rubik in meno di un minuto.

Quanto è interessante?
5