Chris Evans, Captain America non dimentica I Fantastici Quattro: "Li ho amati"

Chris Evans, Captain America non dimentica I Fantastici Quattro: 'Li ho amati'
di

Prima di Steve Rogers e Captain America, sulla strada di Chris Evans ci furono I Fantastici 4, Johnny Storm e La Torcia Umana, e l'attore del MCU non potrebbe esserne più grato.

Durante il podcast dell'Hollywood Reporter, Evans ha riflettuto sulla sua carriera d'attore, raccontando, tra le altre cose, come accettare il ruolo di Captain America sia stata la migliore decisione che abbia mai preso. Ma prima di poter arrivare a dire sì al ruolo che tanta fortuna gli ha portato, c'è stato un altro supereroe Marvel che lo ha messo sulla giusta strada: Johnny Storm, La Torcia Umana de I Fantastici 4.

"Era l'epoca in cui il genere supereroistico stava appena prendendo piede. Era poco dopo lo Spider-Man con Tobey Maguire e gli X-Men, quindi sì, agli inizi" spiega Evans "Sai, da attore cerchi di ricordare quel momento in cui ricevi la telefonata che ti dice di aver avuto la parte, ma ammetto che non sempre ci riesco. Ma quella, quella sì che me la ricordo. E c'erano tante questioni personali in ballo. Ero appena stato scaricato. Avevo bisogno di una vittoria. Ricordo di aver risposto al telefono e aver pensato 'Oh, siii!".

E continua: "È stato davvero un ruolo che ho interpretato con grande piacere, ed è stato anche l'assegno più alto che avessi ricevuto fino a quel momento. È stato come se avessi girato il giusto angolo, come se avessi vinto qualcosa da poter reinvestire per ottenere una vincita ancora più grande".

E infatti, complice anche il buon rapporto instaurato con il futuro Presidente dei Marvel Studios Kevin Feige, che all'epoca era nel Team Fox e lavorava proprio agli adattamenti Marvel, fu dopo I Fantastici 4 che cominciarono ad arrivare ruoli sempre più rilevanti, fino ovviamente alla parte di Cap.

"Sono stato davvero fortunato nella mia carriera" ammette "Nel senso che c'è comunque sempre stato qualcosa, anche quando [prima de I Fantastici 4] non ero esattamente nei blockbuster dell'anno o cose così, ma c'è sempre stato abbastanza da farmi pensare che forse avrei potuto sopravvivere facendo l'attore".

E a giudicare da quanto avvenuto in seguito, diremmo proprio che l'intuizione fu più che giusta.

FONTE: Comicbook
Quanto è interessante?
2