Chloe Grace Moretz rivela che un collega (uomo) l'ha definita "troppo grassa"!

di

Nemmeno le bellissime trovano pace. Chloe Grace Moretz rivela di essere stata bullizzata da un collega per il suo aspetto fisico. L'uomo l'ha definita troppo grassa. Ecco cosa ha dichiarato l'attrice.

La Moretz è solo l'ultima tra le giovani attrici di Hollywood ad aprirsi riguardo il sessismo presente nell'industria e la ragazza, appena ventenne, ha parlato con Variety di quando venne definita troppo grassa da un collega sul set di un film.

"Questo ragazzo mi piaceva, ero interessata a lui un giorno mi dice "non starei mai insieme a te nella vita reale" e io ho detto "come scusa?" e lui "Sì, sei troppo grassa per me".

L'attrice lo ha riferito a Variety in un'intervista rilasciata per la cover story annuale dedicata ai ragazzi, alla Young Hollywood.

"E' stato uno dei pochi attori che è riuscito a farmi piangere sul set" ricorda lei, anche se non rivela chi sia questo soggetto che, all'epoca aveva 15 anni.

"Sono andata a lamentarmi da mio fratello e lui si è molto arrabbiato. Gli ho detto che quel ragazzo mi aveva detto che ero troppo grassa e davvero, lui si è troppo arrabbiato. Anche perché il problema è che io dovevo tornare lì, a lavorare di nuovo con una persona che aveva sentito il bisogno di umiliarmi, e fare anche finta chi mi piacesse (ancora). E allora, in quel momento, mi sono resa conto che in giro ci sono davvero tante pessime persone e l'unica cosa che si può fare è perdonare, non certo dimenticare. Sono rimasta davvero sorpresa da questo atteggiamento, avevo solo 15 anni e per un po' sono stata male, davvero male."

Non è stata l'unica volta che la ragazza ha subito questo tipo di commenti e, considerando tutta l'attenzione che adesso sta dando (giustamente) Hollywood alla questione della parificazione dei compensi tra attori uomini e attrici donne, è giusto che si parli anche di queste situazioni perché sono capaci di minare l'autostima delle persone che le subiscono.

Tanto per fare qualche altro esempio, la Moretz è stata recentemente rifiutata per un film solo ed esclusivamente per il colore dei capelli. La motivazione addotta è che non potevano mettere nel cast due ragazze bionde, e una era già stata assunta. Insomma, è un modo un po' maschilista di vedere le cose, perché magari lei poteva essere adatta al ruolo, e sarebbe bastato tingere la chioma, per avere il lavoro... Oltretutto, e lei stessa lo conferma, avere a che fare con queste piccole - ma pesanti - problematiche è prassi praticamente di ogni giorno.

Per chi pensava che essere donna a Hollywood - come pure nel resto del mondo - fosse facile...

Quanto è interessante?
2