Lo chiamavano Trinità, Terence Hill: "Ho digiunato 36 ore per mangiare tutti quei fagioli"

Lo chiamavano Trinità, Terence Hill: 'Ho digiunato 36 ore per mangiare tutti quei fagioli'
di

Questa sera su Rete 4 andrà in onda Lo chiamavano Trinità, il film cult del 1970 scritto e diretto da E.B. Clucher, che è una delle massime esemplificazioni del western all'italiana in versione commedia.

In questa pellicola c'è una scena che più di ogni altra è entrata a far parte dell'immaginario collettivo, stiamo parlando della famosa scena iniziale del film, in cui Terence Hill divora voracemente un'enorme pentola di fagioli. Come dichiarato dallo stesso attore, questa è stata la parte più difficile di tutto il film da girare e, per essere all'altezza di un simile impegno, l'interprete di Don Matteo ha dovuto digiunare per moltissime ore prima di giungere sul set.

"Per riuscire a girare questa scena ed essere all'altezza di una simile sfida ho dovuto digiunare per 36 ore di fila. Sono arrivato a quel momento estremamente affamato ma buttare giù quel pentolone è stata durissima, ma alla fine ce l'ho fatta".

Tra l'altro Terence Hill inizialmente non era stato scritturato per Lo chiamavano Trinità. Il suo ruolo era stato pensato per Franco Nero ma, l'attore era già impegnato con Camelot. Si cercò dunque di sostituirlo con un attore somigliante e così la scelta cadde proprio su Mario Girotti in arte Terence Hill.

Se siete fan di Bud Spencer e del suo celebre compagno, date un'occhiata a Slaps e Beans, il videogioco a loro dedicato.

Quanto è interessante?
6