Chi rappresenterà l’Italia agli Oscar 2012?

di

Come vi avevamo annunciato la settimana scorsa, ieri l’A.N.I.C.A. (Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive e Multimediali, tanto per essere precisi ed esaustivi) ha scelto chi degli 8 candidati avrebbe rappresentato la nostra nazione alle selezioni per un posto in nomination come Miglior Film Straniero agli Oscar 2012. Le nomination erano: “Corpo celeste” di Alice Rohrwacher, “Nessuno mi può giudicare” di Massimiliano Bruno, “Noi credevamo” di Mario Martone, “Notizie degli scavi” di Emidio Greco, “Tatanka” di Giuseppe Gagliardi, “Vallanzasca - Gli angeli del male” di Michele Placido, “Habemus Papam” di Nanni Moretti e “Terraferma” di Emanuele Crialese. E agli Oscar (forse) andrà ... “Terraferma”

Ecco alcuni commenti a caldo dei produttori dopo l'annuncio:
"Siamo contenti della designazione - dice Riccardo Tozzi presidente di Cattleya - Erano in lizza film importantissimi. Ma crediamo che Terraferma abbia le caratteristiche giuste per concorrere. Faremo una campagna semplice e pratica, come abbiamo fatto nel 2006, con successo, per La bestia nel cuore".

"Terraferma è un film che sa parlare anche a un pubblico internazionale, come ha dimostrato l'importante riconoscimento che la giuria della recente edizione della Mostra del Cinema di Venezia gli ha voluto assegnare - afferma Paolo Del Brocco, Amministratore Delegato di Rai Cinema - Credo che oltre alle qualità artistiche indispensabili per ambire ad entrare nella cinquina e, auspicabilmente, a  concorrere all'Oscar, il film riesca con grande maestria a trattare temi delicati e universali come quelli della migrazione e dell'accoglienza. Temi di grande attualità che un artista sensibile come Crialese riesce  a raccontare senza retorica e con immagini di grande bellezza".

Anche noi di EveryEye cogliamo l'occasione per porgere i migliori auguri al film di Crialese.

Quanto è interessante?
0