Netflix

Chadwick Boseman, parla una co-star di Da 5 Bloods: "Mi pento del mio giudizio affrettato"

Chadwick Boseman, parla una co-star di Da 5 Bloods: 'Mi pento del mio giudizio affrettato'
di

Il bellissimo Da 5 Bloods di Spike Lee è stato uno degli ultimi film girati da Chadwick Boseman, scomparso purtroppo a soli 43 anni lo scorso 28 agosto a causa di un cancro al quarto stadio, e parlando con Good Morning America uno dei suoi co-protagonisti, Clarke Peters, ha avuto modo di ricordare il collega.

Ha ammesso con un po' di rammarico di non averlo conosciuto come avrebbe voluto, perché Boseman non era stato molto con il resto della crew e del cast, passando invece il suo tempo libero con la moglie o con della gente che si era portata sul set. Ha rivelato:

"Devo dire con un po' di rammarico di non essere stato il più aperto o altruista in quell'ambiente, ma il senno di poi ci insegna molte cose. Quello a cui mi sto riferendo è... sai, mia moglie mi ha chiesto come fosse Chadwick Boseman. Ero davvero entusiasta di lavorare con lui. Però ho detto "penso faccia un po' il prezioso". E lei mi ha chiesto 'e perché?". E io ho risposto "perché è circondato da persone che lo adulano". Come ammette lo stesso Peters, la verità assume una connotazione differente ora, dato che le persone con lui dovevano probabilmente aiutarlo a combattere la devastazione del cancro e nel suo lavoro, oltre che funzionare da supporto emotivo.

Peters si pente molto del suo giudizio affrettato e dice che vorrebbe poter tornare indietro e vivere l'esperienza sotto la giusta prospettiva: "Aveva un praticante cinese a fargli sempre dei massaggi. Una truccatrice che gli massaggiava i piedi. La moglie accanto a tenergli sempre la mano. Pensai che l'esperienza e il successo di Black Panther gli avessero dato alla testa. Ora mi dispiace persino di aver pensato queste cose, perché erano tutti lì per aiutarlo e prendersi cura di lui".

Vi lasciamo al nostro ricordo di Chadwick Boseman.

Quanto è interessante?
1