Celine Sciamma difende Abdellatif Kechiche e le scene di sesso ne La Vita di Adele

Celine Sciamma difende Abdellatif Kechiche e le scene di sesso ne La Vita di Adele
di

In una nuova intervista con la rivista francese So Film, Celine Sciamma ha difeso lo sguardo maschile di Abdellatif Kechiche le scene di sesso mostrate ne La Vita di Adele, Palma d'Oro capolavoro al Festival di Cannes 66.

L'autrice, che quest'anno a Cannes era presente col suo nuovo film Portrait de la jeune fille en feu, da lei scritto e diretto, ha spezzato una lancia a favore del controverso collega, che sempre a Cannes 2019 ha mostrato il suo nuovo film scandalo Mektoub, My Love: Intermezzo: la Sciamma sostiene che c'è valore in entrambi gli sguardi, sia quello femminile che quello maschile, se lo spettatore è disposto a studiarli per approfondirli e decostruirli.

"È stato estremamente interessante avere entrambi i nostri film in competizione”, ha detto la Sciamma alla rivista. "Grazie al film di Kechiche e al mio, i critici francesi hanno dovuto affrontare le domande poste dallo sguardo maschile e da quello femminile sulle questioni che derivano dall'atto del guardare. Kechiche e io realizziamo film che agiscono come manifesti per queste domande. È completamente stupido pensare di poter amare l'uno solo a spese dell'altro. Al contrario!"

La Sciamma ha continuato: "Qui è dove alcuni critici e spettatori francesi non stanno facendo abbastanza lavoro decostruttivo. Si possono assolutamente amare entrambi i film. Sminuiamo il valore eccitante di questo momento se iniziamo a ridurre tutto a domande di buono o non buono, morale o immorale, voyeur o no voyeur. Non è questo il punto. La chiave è capire cosa anima tali immagini e cosa cercano di comunicare."

Su La Vita di Adele, la regista ha dichiarato:

"Mi piace La Vita di Adele, per esempio, e ho pensato che le scene di sesso fossero perfettamente compatibili con il più grande progetto di Kechiche: rappresentare il suo rapporto con le sue attrici e il loro rapporto reciproco. È affascinante, fintanto che rimani concentrato, il che è essenziale quando guardi i film di Kechiche. Dovremmo evitare giudizi di base e avere il coraggio di mettere in discussione lo sguardo, che sia il nostro o quello del regista. Ma ciò richiede un certo sforzo da parte dello spettatore.

Per altri approfondimenti vi rimandiamo alla recensione de La Vita di Adele.

Quanto è interessante?
1