Caso Weinstein: il produttore risarcirà le sue vittime con 25 milioni di dollari

Caso Weinstein: il produttore risarcirà le sue vittime con 25 milioni di dollari
di

Si comincia ad intravvedere una fine per il caso Weinstein, lo scandalo che, insieme alle numerose udienze e ad un'infinita lista di testimoni, sta scuotendo le fondamenta di Hollywood dal 2017, anno nel quale il New York Times svelò decenni di abusi sessuali.

Proprio in queste ore, gli avvocati di Harvey Weinstein hanno raggiunto un accordo con gli innumerevoli legali dell'accusa: 25 milioni è la somma concordata, che andranno a risarcire le vittime per le spese legali sostenute.

Tuttavia, "solo" 6,2 saranno i milioni destinati alle accusatrici e ai rispettivi avvocati: i restanti 18,5 verranno stanziati per creare un fondo che andrà a sostenere le spese per la class action messa in moto dalle vittime.

Eppure i malcontenti non mancano e Thomas Giuffra, uno degli avvocati accusatori, afferma che l'accordo sarebbe stato promosso soprattutto da Elizabeth Fegan, che ha preso in carica la class action, che ne ricaverebbe svariati milioni di dollari, mentre ben 12 milioni saranno quelli elargiti in favore di Bob Weinstein, legale del fratello.

I termini dell'accordo prevedono inoltre che sarà la Weinstein Company a sborsare la somma e che nessuno, né Weinstein né altri membri della società, dovrà scusarsi o ammettere alcuna colpa.

Il risarcimento è solo un parte dell'ammontare totale: circa 44 i milioni concordati e che ben presto segneranno la bancarotta della società che, dopo questo scandalo perennemente sotto i riflettori di tutto il mondo, difficilmente si sarebbe rialzata in ogni caso.

FONTE: Variety
Quanto è interessante?
3