Il caso Evangelion di Hideaki Anno: 10 registi che hanno rifatto i propri film

Il caso Evangelion di Hideaki Anno: 10 registi che hanno rifatto i propri film
di

Il finale di Evangelion di Hideaki Anno ha qualcosa di assolutamente peculiare all'interno della storia del cinema, dato che rappresenta il terzo rifacimento della stessa storia da parte dello stesso autore.

Il franchise di Evangelion, infatti, ha la caratteristica di essere 'triplicato' nel corso degli anni: dopo la serie tv originale Neon Genesis Evangelion, Hideaki Anno è tornato a lavorare alla sua opera spirituale-fantascientifica altre due volte, prima con The End of Evangelion e poi con la nuova tetralogia The Rebuild of Evangelion, il cui ultimo capitolo è uscito su Amazon Prime Video qualche gionor fa: una storia raccontata tre volte, con tre finali diversi.

Sicuramente una 'tripletta' di questo genere è più unica che rara nella storia del cinema, eppure, contrariamente a quanto si possa pensare, i registi che hanno girato due volte lo stesso film sono tantissimi. Addirittura, in certi casi, si è anche trattato di nomi piuttosto illustri, e in questo articolo vi raccontiamo 10 registi che hanno rifatto i loro film. Vediamoli insieme nell'elenco qui sotto:

  1. Cecil B. DeMille - forse il caso più famoso, il regista realizzò un imponente adattamento muto de I dieci comandamenti nel 1923 ma nel 1956 firmò un remake dallo stesso titolo con Charlton Heston come protagonista: la nuova versione, di oltre quattro ore, col sonoro e a colori, venne nominata agli Oscar come miglior film e vinse nella categoria dei migliori effetti speciali.
  2. Frank Capra - Angeli con la pistola, commedia di Capra uscita nel 1961, è un remake di Signora per un giorno, commedia che lo stesso regista aveva realizzato quasi trent'anni prima, nel 1933. Tra l'altro Capra avrebbe compiuto la stessa operazione con un altro suo film, Strettamente confidenziale (1934), di quale firmò il remake La gioia della vita (1950).
  3. John Ford - il leggendario autore di western nel corso della sua lunga carriera si è misurato anche con altri generi, ma una particolare commedia l'ha rifatta due volte: stiamo parlando de Il giudice, uscito nel 1934 e rifatto nel 1953 col titolo di Il sole splende alto.
  4. Alfred Hitchcock - più o meno nello stesso periodo di Ford, per la precisione nel 1934 e nel 1956, Hitchcock realizzò due volte L'uomo che sapeva troppo, mantenendo lo stesso titolo per entrambi i film: oltre all'uso del colore rispetto all'originale bianco e nero, il remake si distingue dal primo film per una diversa ambientazione (dalla Svizzera al Marocco, due antipodi) e per un finale inedito.
  5. Yasujiro Ozu - nel Giappone di Hideaki Anno ed Evangelion, il maestro Ozu nel 1934 e nel 1959 fece due volte lo stesso film, intitolandolo la prima volta Storia di erbe fluttuanti e la seconda Erbe fluttuanti: anche dal titolo più asciutto si può già denotare il cambio di stile del regista, le cui opere della seconda parte della carriera differiscono molto rispetto alle prime proprio per delle atmosfere più semplici e 'scarne', essenziali.
  6. Raoul Walsh - un caso particolare quello di Walsh, che rifece due film due volte come Frank Capra ma negli stessi anni: nel 1941 infatti il regista uscì al cinema con Bionda fragola e Una pallottola per Roy, solo che pochi anni dopo, nel 1948-49, entrambi i film tornarono in sala sotto forma di remake: Una domenica pomeriggio e Gli amanti della città sepolta. Tra l'altro Una pallottola per Roy, che in origine era un gangster-movie, nel remake Gli amanti della città sepolta divenne un western.
  7. Dino Risi - Giovani e belli, l'ultimo film di Dino Risi per il cinema uscito nel 1996, è un remake di Poveri ma belli, diretto dallo stesso regista nel 1957.
  8. Liliana Cavani - forse il caso più simile ad Evangelion, non solo perché i remake sono due come per Hideaki Anno ma anche perché l'opera esce sia al cinema che per la televisione: stiamo parlando di Francesco d'Assisi, miniserie tv in bianco e nero del 1966 che la Cavani rifece a colori e per il cinema nel 1989 col titolo di Francesco, solo per tornare nel 2014 a rifare una nuova mini-serie (a colori) sempre su Francesco d'Assisi, di nuovo intitolata Francesco come il lungometraggio.
  9. Michael Haneke - il regista e critico austriaco nel 1997 girò Funny Games, che rifece shot-for-shot nel 2007 con lo stesso identico titolo, lingua inglese e un nuovo cast (tra cui Naomi Watts, Tim Roth e Michael Pitt).
  10. Takashi Shimizu - il regista giapponese, autore del leggendario horror Ju-on: Rancore (2000), dopo il successo ottenuto in patria volò a Hollywood per realizzare il remake USA, The Grudge (2004). Per non farsi mancare nulla, dato che in patria aveva già realizzato Ju-on 2, negli Stati Uniti Shimizu rifece per il pubblico americano anche il remake del suo secondo film, intitolato The Grudge 2.
Quanto è interessante?
2