Caso Baldwin, Nicolas Cage a favore delle armi sui set: "Gli attori devono saperle usare"

Caso Baldwin, Nicolas Cage a favore delle armi sui set: 'Gli attori devono saperle usare'
di

Non si è ancora spento il dibattito per la messa al bando della armi reali dai set, dopo la tragedia che qualche mese fa ha coinvolto Alec Baldwin e ucciso la Direttrice della Fotografia di Rust. Oggi, l'attore Nicolas Cage si è dichiarato contrario a questa scelta, esortando invece gli attori a imparare a usare le armi.

Era l’ottobre scorso quando una tragedia che si sta scoprendo evitabile, tanto più si procede nelle indagini, ha investito il set di Rust, film interpretato e prodotto da Alec Baldwin. Durante le prove di una sequenza, l’attore avrebbe sparato più colpi da un’arma di scena che credeva carica a salve, finendo per uccidere la Direttrice della Fotografia Halyna Hutchins e ferire in modo grave il regista Joel Souza. Le indagini sono attualmente in corso per accertare le responsabilità di una produzione che sembra sempre più negligente.

Dopo l’accaduto è tornato ovviamente alla memoria il caso tristemente noto della morte di Brandon Lee sul set de Il Corvo, avvenuta con dinamiche simili. Per anni sono circolate voci e teorie complottiste, ma la realtà dei fatti era molto più sfortunata: come verificato dagli esperti di balistica infatti, la pistola incriminata era stata precedentemente utilizzata con proiettili carichi, ma a causa di un malfunzionamento l’ogiva – la punta del proiettile – si era incastrata nell’otturatore. Quando è stata poi riutilizzata, il colpo effettivamente a salve è bastato a sparare l’ogiva contro Lee, uccidendolo.

Sono infatti molte le precauzioni prese sui set che utilizzino armi vere, non ultimo quella di puntare l’arma non direttamente su interpreti e troupe, anche se caricata a salve e quindi apparentemente innocua. Tuttavia sono altrettanti gli inconvenienti che possono sopraggiungere, come dimostrato da queste due tragiche morti. Tanto che nel settore si sta discutendo se sopprimere completamente le armi caricate a salve – più credibili in fase di montaggio sonoro e che non necessitano di VFX – e passare a quelle di scena come già avviene nei set dove l’alto numero di sparatorie a distanze ravvicinate (si veda John Wick), porterebbe a un rischio troppo alto. Ora però, a intervenire in difesa del metodo tradizionale è stato Nicolas Cage, attualmente impegnato nella nuova comedy horror di Renfield.

Queste le parole dell’attore durante una tavola rotonda con l’Hollywood Reporter, nella quale ha spiegato come gli attori di Hollywood debbano sapere come svolgere determinate attività che potrebbero essere al di fuori dell'esperienza degli attori ordinari: “Devi sapere come combattere se farai scene di combattimento. Devi sapere come guidare una moto. Devi sapere come usare una leva del cambio e guidare auto sportive. E devi sapere come usare una pistola. Devi”. L’attore ha spiegato come questo faccia parte delle skills di un interprete: “Avrai bisogno di tempo prima di imparare a usarla, ma questo fa parte dei nostri profili professionali. Lo stuntman e la star del cinema sono due lavori che coesistono. Ogni stuntman deve essere una star del cinema e ogni star del cinema deve essere uno stuntman”. Voi cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

FONTE: The Hollywood Reporter
Quanto è interessante?
4