Carla Fracci, addio alla regina della danza: l'étoile della Scala aveva 84 anni

Carla Fracci, addio alla regina della danza: l'étoile della Scala aveva 84 anni
di

Una delle più grandi ballerine del '900, Carla Fracci, è scomparsa questa mattina a Milano all'età di 84 anni. L'artista è morta a causa di un tumore che l'aveva colpita diverso tempo fa. Fracci ha calcato i più grandi palcoscenici del mondo, diventando un'icona conosciuta in tutto il mondo anche al di fuori della danza.

Nata a Milano il 20 agosto 1936, Carla Fracci s'iscrisse giovanissima alla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala, nonostante da piccola il sogno fosse un altro:"Non capivo il senso degli esercizi ripetuti, del sacrificio, dell'impegno mentale e fisico. Io poi sognavo di fare la parrucchiera. Fu pesantissimo" confessò tempo fa.
Allieva di Vera Valkova, Edda Martignoni e Paolina Giussani, Fracci a 12 partecipa da comparsa a La bella addormentata con Margot Fonteyn. Nel 1954 si diploma e nel 1955 debutta con Cenerentola alla Scala. A soli 22 anni, nel 1958, viene promossa prima ballerina.

Grande tecnica e notevoli capacità interpretative consentono a Carla Fracci di conquistare i più grandi teatri del mondo, nei più grandi ruoli nella storia del balletto. Da Il lago dei cigni a Lo schiaccianoci.
Dopo il debutto a Londra nel 1959, Carla Fracci sarà Giselle in tantissime edizioni, tra le quali quella con Nureyev (su cui uscì il film Nureyev nel 2019).
Carla Fracci è stata la prima étoile a condurre la danza in un contesto pop, prima di chiunque altro. Prima anche di Roberto Bolle che portò Notre-Dame de Paris sul grande schermo nel 2013:"Mi lamento perché sono polemica, ma la mia è stata una gran bella vita".

Quanto è interessante?
4