Marvel

Captain Marvel: tutti i nuovi dettagli dal film grazie ad Empire

Captain Marvel: tutti i nuovi dettagli dal film grazie ad Empire
di

Come vi abbiamo riportato, il magazine Empire ha dedicato a Captain Marvel, prossimo cinecomic di casa Marvel Studios in arrivo in Italia il prossimo 6 marzo, ampio spazio nel loro nuovo numero.

E noi vi riportiamo un sunto di tutti i nuovi dettagli e le dichiarazioni relative a Captain Marvel che sono trapelate dal magazine e che potrebbero interessarvi:

  • Sulla scelta di Anan Boden & Ryan Fleck come registi del progetto, si è espresso il produttore esecutivo Jonathan Schwartz: "Sapevamo che avrebbero messo il personaggio al centro della storia. E' ciò che li rende intelligenti, è ciò che li rende cool, è ciò che li rende divertenti".
  • Sul personaggio di Captain Marvel, i due filmaker hanno spiegato: "Non è una supereroina perfetta. Viene presa a pugni in faccia spesso, fa degli errori, ma l'amiamo per questo". Per Schwartz, Brie Larson è stata "la prima ed unica scelta" per il ruolo ma l'attrice "ci ha messo un po' per decidere di accettare o meno il ruolo".
  • Alla fine, chiaramente, l'attrice ha detto di sì per un motivo semplice: "Ero impressionata dalla direzione che volevano intraprendere. Per esempio, il costume, è funzionale, è una combattente... tutto nel costume ha un significato.". Ma inizialmente, l'attrice ci ha pensato un po': "avevo bisogno di sedermi a parlare con me stessa e capire se questa era una scelta che avrei dovuto fare e una vita che avrei voluto vivere. Non era a proposito del film in sé, ma più che altro con la vita dopo l'uscita della pellicola. E per una come me che piace l'anonimato e poter andare in giro per il mondo ad osservarlo senza essere riconosciuti, l'esperienza potrebbe essere differente e potrei diventare l'osservata più che l'osservatrice. Non sapevo se, mentalmente, sarebbe stata una cosa capace di gestire.".
  • Quando la Larson ha deciso di accettare il ruolo, si è allenata duramente: "volevo essere forte. Non volevo indossare un costume e pretendere di essere forte. Volevo che le donne sapessero quanto tempo ho dedicato per farlo".
  • Schwartz conferma che nel 2013 fu scritto da Nicole Perlman e Meg LeFauve uno script su Miss Marvel ma che lo studio ha poi deciso di riscriverlo come Captain Marvel direttamente. "Carol è un personaggio difficile da adattare. Trovare il giusto adattamento per lei ci ha portato via tanto tempo".
  • L'ispirazione per il film è stata la run a fumetti di Kelly Sue DeConnick. "E' grazie a quel fumetto che ci siamo innamorati di Carol Danvers. Una supereroina che può essere forte e divertente, e tutte le cose che la rendono umana e amabile" hanno spiegato i due filmaker. "Quel fumetto è stato il nostro spirito guida" afferma Schwartz "Volevamo mantenere i toni del fumetto nel film. Non volevamo allontanarci da quella run".
  • I due filmaker hanno spinto per avere meno greenscreen possibili: "Provenendo dal mondo del cinema indipendente, volevamo che i nostri attori potessero interagire con il mondo circostante il più possibile.". Una cosa condivisa da Larson: "Mi sono assicurata che il film non fosse tutto incentrato sugli effetti speciali, le esplosioni e gli inseguimenti, ma sulle vere emozioni ed il cuore. E' quello per cui ho combattuto, ed è stato eccitante.".
  • Samuel L. Jackson ha parlato del suo Nick Fury: "E' stato fuori dall'esercito da un po' e non ha ancora una scrivania nello S.H.I.E.L.D. ma sta valutando delle minacce, sta cercando di capire da dove partirà la prossima guerra, senza saper nulla o credere negli alieni. Non ha ancora quel cinismo che ha sviluppato nei film ambientati successivamente". Per Fury il suo rapporto con lo S.H.I.E.L.D. nel film "è molto più complicato e noioso". Questo film farà realizzare a Fury che è importante "andare là fuori alla ricerca di altre persone o esseri che possono essere nostri potenziali alleati".
  • Schwartz ha spiegato che ringiovanire Jackson è stata una vera sfida: "E' una delle sfide più ambiziose che abbiamo mai fatto in un film della Marvel.". E sul perché non abbiano deciso di affidare la parte ad un attore più giovane, Schwartz è chiaro: "Nick Fury ha un ruolo importante in questo film. E non posso immaginare di chiedere a nessuno di interpretare il ruolo di Samuel.".
  • Il produttore esecutivo ha paragonato il film a Terminator 2: "cerchiamo di mettere il personaggio al centro della storia e far guidare ai personaggi lo spettacolo e l'azione". Riguardo l'ambientazione anni novanta, spiega: "eravamo eccitati all'idea di vedere cosa accadeva nel Marvel Cinematic Universe in quegli anni".
  • "Sappiamo quanto sia importante questo film" affermano i due registi "Cerchiamo di rendere questo film migliore di quanto possa essere e fedele alla controparte cartacea, rendendole giustizia. E' un personaggio complicato e affascinante, nonché una straordinaria donna molto forte".
  • Questo film sarà l'inizio delle avventure di Carol Danvers, come spiega l'attrice: "Questo film non è la fine, per rispondere alla domanda. E' l'inizio di molte altre storie...".

Il film uscirà il prossimo 6 marzo.

Quanto è interessante?
3