Marvel

Captain Marvel, Brie Larson spiega il motivo per cui ha quasi rifiutato il ruolo

Captain Marvel, Brie Larson spiega il motivo per cui ha quasi rifiutato il ruolo
di

Ancora prima di accettare la parte principale in Captain Marvel, Brie Larson era una delle favorite dei fan per il ruolo e inutile dire che la popolarità dell'attrice, così come l'apprezzamento degli appassionati, sono aumentati a dismisura una volta che il film arrivò nelle sale, spianando la strada al suo ingresso in Avengers: Endgame.

Tuttavia, le cose sarebbero potute andare diversamente. L'attrice Premio Oscar per Room ha, infatti, spiegato personalmente il motivo per cui inizialmente aveva deciso di rifiutare il ruolo di Captain Marvel, che le avrebbe garantito successo e popolarità tra il grande pubblico, anzi fu proprio questo il motivo principale dell'iniziale rifiuto. "Ricordo che mi chiamarono mentre ero sul set di Kong [Skull Island] e mi dissero: "La Marvel è interessata a te per la parte di Captain Marvel" - ha raccontato l'attrice sul suo canale YouTube. "Io risposi: 'Oh, non posso farlo, sono un tipo troppo ansioso. Sarebbe troppo per me, non penso di poterla gestire. Quindi ditegli di no'. E il mio team fu d'accordo con me. Penso sia stato un paio di mesi più tardi che mi dissero: 'Hey, la Marvel ha richiamato, sei ancora sicura?', ed io: 'Sì, sono un tipo troppo introverso'".

Quando la Larson ebbe finalmente l'occasione di incontrare i vertici dei Marvel Studios ammise: "Sono rimasta molto colpita da quello che stavano cercando di ottenere, da quello di cui parlavano e mi è sembrato molto progressista".

Alla fine sappiamo tutti come è andata a finire: Brie Larson accettò la parte e una volta uscito in sala nel marzo 2019, Captain Marvel incassò oltre 1.1 miliardi di dollari al box-office spianando la strada al suo ingresso in Avengers: Endgame e al sequel che sarà diretto da Nia DaCosta (regista del remake di Candyman) e arriverà nelle sale l'8 luglio 2022.

Quanto è interessante?
5