Cannes 2022: attivista protesta nuda contro la violenza sessuale in Ucraina

Cannes 2022: attivista protesta nuda contro la violenza sessuale in Ucraina
di

L'attivista, che si è esposta in segno di protesta contro la violenza sessuale sulle donne in Ucraina, è stata poi allontanata dal tappeto rosso di Cannes durante la premiere del nuovo film di George Miller. Vediamo nel dettaglio cos'è successo.

La 75esima edizione del festival di Cannes, che ha ospitato l'intervento di Zelensky alla cerimonia d'apertura, è finalmente entrata nel vivo. Nella giornata di oggi, una donna nuda si è imbrattata di vernice il corpo con i colori della bandiera ucraina, scrivendo le parole "Smettetela di violentarci" sul petto e sullo stomaco. Inoltre, la donna aveva anche un'altra scritta sulla schiena, "SCUM".

Il gruppo di attivisti francesi SCUM ha poi pubblicato un post di spiegazione su Twitter, che vi lasciamo a fine articolo. In origine, SCUM è nato come manifesto femminista radicale negli anni '60.

L'episodio ha avuto luogo sul tappeto rosso durante la grande premiere della serata: Three Thousand Years of Longing di George Miller, con Idris Elba e Tilda Swinton, davanti gli occhi del ​​regista e delle star. La donna si è avvicinata al tappeto, poi si è tolta in fretta i vestiti e ha iniziato a urlare prima di essere rapidamente rimossa dalla sicurezza.

Per quanto riguarda il regista, vi lasciamo con le ultime dichiarazioni di George Miller su Mad Max Furiosa, che vedrà Anya Taylor-Joy come protagonista della pellicola.

FONTE: deadline
Quanto è interessante?
5