Il Buono, il Brutto, il Cattivo: perchè Orson Welles ha bocciato il film di Sergio Leone?

Il Buono, il Brutto, il Cattivo: perchè Orson Welles ha bocciato il film di Sergio Leone?
di

Questa torna torna in tv su Rai Movie Il Buono, il Brutto, il Cattivo, l'iconico film del 1966 di Sergio Leone, considerato la quintessenza del fortunato genere spaghetti western. A quanto pare però, questa pellicola è stato fortemente malvista da Orson Welles.

Il regista di Quarto Potere temeva infatti che un film sulla guerra civile, un argomento da sempre molto sentito dagli Americani, difficilmente avrebbe ottenuto successo nei cinema statunitensi. Le conclusioni di Wells erano dettate dall'insuccesso di La rosa del sud, il colossal del 1935 ambientato nel medesimo periodo storico e che si era rivelato un cocente insuccesso al botteghino.

Sergio Leone però aveva dalla sua anni e anni di studio sulla guerra civile americana. Il regista italiano aveva osservato con molta attenzione la raccolta fotografica di Matthew Brady che, nel XIX Secolo aveva documentato gli scontri della guerra di secessione tra nord e sud, nel tentativo di rendere più accurato possibile il suo racconto.

Sergio Leone decise di non ascoltare i consigli di Orson Wells e per esprimere le sue intenzioni su Il Buono, il Brutto, il Cattivo disse: "Sappiamo sempre tutto dei comportamenti infami dei perdenti, mai di quelli dei vincitori. Così decisi di mostrare lo sterminio in un campo nordista. Agli americani questo non piacque... La guerra civile americana è un soggetto quasi tabù, perché la sua realtà è folle e incredibile".

Tra l'altro, Il Buono, il Brutto, il Cattivo è uno dei film preferiti di Tarantino che nel corso degli anni non ha mai negato di essersi ispirato allo straordinario lavoro di Sergio Leone.

Quanto è interessante?
3