Brent Spiner ne è sicuro: "Non interpreterò mai più Data in Star Trek"

Brent Spiner ne è sicuro: 'Non interpreterò mai più Data in Star Trek'
di

Si è da poco conclusa la prima e dibattuta stagione di Star Trek: Picard guidata da Michael Chabon e interpretata da Patrick Stewart, e proprio nell'ultimo episodio, Et in Arcadia Ego: Parte 2, abbiamo assistito a una scena che ha commosso molti fan dell'Universo di Star Trek e in particolare di The Next Generation.

Nel finale abbiamo infatti assistito a un cameo a sorpresa di Brent Spiner nei panni di Data, l'androide fedele compagno di Picard sacrificatosi alla fine di Star Trek: Nemesis e apparso nella serie mediante un costrutto digitale in cui era bloccato il nostro protagonista dopo la morte del suo corpo umano e prima della sua nuova e seconda esistenza da sintetico, che verrà approfondita nella seconda e già annunciata stagione.

Intervistato allora da TV Guide, Spiner ha avuto modo di parlare dell'evento e del suo addio definitivo a Star Trek: "Anche io, come molti fan, non ero particolarmente soddisfatto del finale di Data in Nemesis, e quando Michael Chabon mi ha chiesto di tornare per questa scena ho detto subito di sì. È un momento magnificamente scritto ed è Chabon al suo meglio. Io e Patrick eravamo entrambi commossi ed entusiasti. L'intenzione era quella di ammorbidire il colpo di Nemesis e dare a Data l'uscita di scena che meritava. Ora sono felice. So che è arrivato il tempo per dire addio definitivamente a Data. Lo abbiamo fatto nel modo più incisivo e breve possibile. Tornare in futuro al personaggio non sarebbe realistico".

Vi lasciamo alla recensione di Star Trek: Picard 1x10.

FONTE: TV Guide
Quanto è interessante?
1