Brandon Lee, la tragica storia dell'incidente che costò la vita alla star de Il Corvo

Brandon Lee, la tragica storia dell'incidente che costò la vita alla star de Il Corvo
di

Nel giorno in cui il mondo del cinema è sconvolto per la tragedia avvenuta sul set di Rust la mente di molti è andata inevitabilmente ad un altro dei momenti più tristi della storia recente della Settima Arte, vale a dire quello in cui, a causa di un incidente dalle dinamiche piuttosto simili, perse la vita la star de Il Corvo Brandon Lee.

Nato nel febbraio del 1965 e primogenito della leggenda del cinema d'arti marziali Bruce Lee, Brandon vide ne Il Corvo la possibilità di fare il grande salto che aspettava da tempo e, soprattutto, di venir finalmente riconosciuto come attore a tutto tondo e non solo come esperto di arti marziali, liberandosi finalmente della pesante ombra di un padre di quel calibro.

Proprio sul set del film tratto dall'omonima graphic novel, però, la negligenza di alcuni addetti ai lavori fu causa dell'irreparabile: nel corso delle riprese di una scena in cui il protagonista ricordava la sua morte, infatti, Lee fu colpito allo stomaco da un'ogiva rimasta precedentemente incastrata nella canna della pistola caricata a salve utilizzata per la scena di cui sopra. Ad impugnare l'arma fu Michael Massee.

L'attore morì poche ore dopo in ospedale, dopo un'operazione risultata tristemente vana: una morte tragica che consegnò Brandon Lee alla leggenda, rendendolo una figura di culto al cui funerale parteciparono più di 400 persone, tra cui colleghi come Chuck Norris, David Carradine, Kiefer Sutherland e tanti altri.

Quanto è interessante?
6