Bohemian Rhapsody, perché i Queen scartarono Sacha Baron Cohen?

Bohemian Rhapsody, perché i Queen scartarono Sacha Baron Cohen?
di

Bohemian Rhapsody è un film da Oscar: il biopic sui Queen ha ricevuto ben quattro statuette tra cui l'Oscar come miglior attore a Rami Malek che interpreta il frontman Freddie Mercury. Ma la gestazione del film è ben diversa dal prodotto finale arrivato nelle sale cinematografiche.

La genesi di Bohemian Rhapsody riguarda anche Sacha Baron Cohen al quale pare che fu offerto il ruolo di Freddie Mercury: sebbene Roger Taylor creda che con Sacha Baron Cohen il film sarebbe stato terribile non possiamo che immaginare quale sfumature avrebbe voluto dare l'attore e comico a una leggenda della musica.

La risposta la sappiamo già: la star di Borat aveva in mente di raccontare la complicata vita di una rockstar quando il sipario cala e le luci si spengono:“Ci sono storie incredibili su Freddie Mercury. Pazzo! Il ragazzo era selvaggio. Viveva uno stile di vita estremo. Dissolutezza - ha detto Sacha Baron Cohen - Ci sono storie di persone piccole, con piatti di cocaina in testa, che vanno in giro per le feste!”.

L'intento della band, però, era completamente diverso da quanto sviluppato dall'attore: per i Queen Bohemian Rhapsody avrebbe dovuto concentrarsi principalmente sul lavoro della band dopo la morte di Freddie Mercury, ma Sacha Baron Cohen non era d'accordo: "Ho detto 'Ascolta, nessuno vedrà un film in cui il personaggio principale muore di AIDS e poi tu vai avanti", avrebbe così risposto l'attore durante l'incontro iniziale con la band. Da lì, Cohen ha abbandonato il progetto e i Queen, intenti a voler preservare l'eredità di Freddie Mercury, hanno commentato definendo l'attore "una fonte di distrazione".

Bohemian Rhapsody ha trovato in Rami Malek il suo protagonista: come dimenticare l'esibizione al Live Aid in Bohemian Rhapsody?