Blood Diamond, che cosa s'intende con il termine 'diamanti insanguinati'?

Blood Diamond, che cosa s'intende con il termine 'diamanti insanguinati'?
di

Il 2006 fu davvero un anno d'oro per Leonardo DiCaprio, che con The Departed e Blood Diamond infilò due delle migliori prestazioni della sua strepitosa carriera: soffermiamoci per un attimo sul film di Edward Zwick, però, ed in particolare sull'importante significato di quel titolo in effetti già piuttosto esplicito.

Ma partiamo dal principio: la trama di Blood Diamond segue le vicende di Danny Archer (Leonardo DiCaprio), ex-mercenario coinvolto nel contrabbando di diamanti tra la Sierra Leone e la Liberia per conto di un suo vecchio comandante, finendo poi per agire in compagnia di una giornalista (Jennifer Connelly) allo scopo di svelare e denunciare i traffici delle multinazionali diamantifere.

Il termine "diamanti insanguinati" che dà il titolo al film si riferisce dunque proprio ai diamanti di cui sopra, vale a dire quei diamanti estratti in zone di guerra generalmente da persone ridotte alla stregua di veri e propri schiavi (bambini compresi) e rivenduti poi per finanziare guerre, insurrezioni e, i genere, le attività dei cosiddetti signori della guerra.

I principali Paesi coinvolti in traffici di questo tipo sono proprio quelli nominati nel film con Leonardo DiCaprio, vale a dire Angola, Sierra Leone, Liberia, Congo, Costa D'Avorio: non è un caso che, all'epoca dell'uscita del film, un'impresa diamantifera abbia chiesto l'inserimento di un disclaimer in Blood Diamond, film la cui denuncia sull'argomento risulta essere effettivamente piuttosto esplicita e violenta.

Quanto è interessante?
2