Netflix

Blonde con Ana de Armas è il primo film Netflix vietato ai minori? "Il pubblico si fotta"

INFORMAZIONI FILM
di

In una nuova intervista promozionale con ScreenDaily pubblicata dalla Berlinale, dove si trova per presentare il suo nuovo film musicale su Nick Cave intitolato This Much I Know To Be True, Andrew Dominik ha parlato del fatto che Blonde con Ana de Armas sarà il primo film Netflix vietato ai minori.

Il biopic su Marilyn Monroe infatti sarà classifica NC-17 negli USA, un rating che se dovesse essere confermato in vista dell'uscita del film nel corso del 2022 farà di Blonde il primo Netflix Original vietato ai minori in base agli standard dell'MPAA. Il bollino rosso potrebbe essere commercialmente deleterio per il film, a causa del numero limitato di sale statunitensi disponibili per i titoli NC-17, ma la cosa non preoccupa minimamente Andrew Dominik.

"Si tratta di un film impegnativo", ha detto il regista. “Se al pubblico non piace, allora si fotta: è un problema del pubblico. E' un film, non deve mica candidarsi a qualche cariche pubbliche. È un film vietato ai minori su Marilyn Monroe, è più o meno quello che si dovrebbe desiderare, no? Io vorrei andare a vedere la versione vietata ai minori della storia di Marilyn Monroe."

Blonde è stato girato nel 2019 ed includerà l'arte dell'acclamata montatrice Jennifer Lame, che in passato ha lavorato a Tenet e Manchester By The Sea. Secondo quanto riportato la Lame è stata selezionata da Netflix al fine di 'arginare' gli eccessi del film: se vi state chiedendo come mai il film sarà vietato ai minori, Dominik ha assicurato che le voci su una scena di cunnilingus durante il periodo mestruale sono "esilaranti ma false", tuttavia tra le altre cose ci sarà una sequenza di di stupro, tratta dall'omonimo libro del 2000 di Joyce Carol Oates su cui è basato il film.

Infine, il regista ha esaltato l'interpretazione di Ana de Armas: "Presumo che ci saranno molte lamentele sul film, ma se c'è una cosa su cui tutti saranno d'accordo quella è la performance di Ana. E' fottutamente fantastica." Dominik ha anche elogiato Netflix per aver supportato il titolo nonostante i suoi contenuti: "È facile supportare i progetti che ti piacciono, ma quando li supporti anche se sei in disaccordo con alcune cose allora sei di un altro livello. Non ho altro che gratitudine per Netflix".

Nella stessa intervista, Andrew Dominik ha confermato che Blonde debutterà a Cannes 2022 prima di esordire su Netflix.

Quanto è interessante?
4