Blade Runner 2049: Rutger Hauer sa già cosa aspettarsi dal film

di

Con l’uscita sempre più vicina di Blade Runner 2049, un attore che contribuì all’ottima riuscita del film originale è tornato a parlare del sequel: ci riferiamo a Rutger Hauer.

L’interprete di Roy Batty, data la sorte del suo personaggio, non ritornerà nel sequel, ma è una delle persone che non hanno apprezzato molto l’idea di dare un seguito alla pellicola del 1982. “Mi ha sorpreso che abbiano deciso di rivisitarlo. E sarebbe stato lo stesso se l’avessero fatto subito dopo o dieci anni più tardi. Non so perché lo fanno… Vedrò il film e me ne farò un’idea. Penso di sapere già di cosa parlerà la storia e sarei sorpreso se non fosse come penso io… e sarebbe probabilmente una bella sorpresa”.

Ovviamente, la risposta al perché di una tale mossa risiede nell’interesse da parte di Warner e Ridley Scott di ricavarne un franchise, e non dimentichiamo che adesso Blade Runner e Alien condividono (o quasi) lo stesso universo narrativo.

È un mercato libero – ha concluso Hauer – la gente può fare quello che vuole se compra i diritti. Ma se qualcosa è davvero bella, io non ci proverei mai. Sarebbe come complicarsi la vita da soli, perché mai dovrei volerlo fare?”.

Blade Runner 2049, con Ryan Gosling e Harrison Ford, approderà nelle sale italiane il prossimo 5 ottobre.

Quanto è interessante?
5