Marvel

Black Widow: per Scarlett Johansson darà un senso di chiusura alla storia di Natasha

Black Widow: per Scarlett Johansson darà un senso di chiusura alla storia di Natasha
di

Intercettata sul red carpet di Jojo Rabbit, il film diretto da Taika Waititi premiato a Toronto che la vede nel cast principale, Scarlett Johansson ha potuto parlare brevemente del suo prossimo film Marvel in arrivo nelle sale: Vedova Nera.

Accennando brevemente al film standalone Marvel, la giornalista ha incalzato l'attrice e le ha chiesto se questo costituirà una sorta di finale per il personaggio di Natasha Romanoff e quindi una degna chiusura per i fan: "Chiusura. Lo spero davvero. Non so se potrei continuare ancora senza una chiusura. Cioè, è stato davvero faticoso. Lo adoro e sono orgogliosa di quello che abbiamo realizzato. Adesso dobbiamo solo riempirlo di magia".

Come sappiamo, il personaggio è morto definitivamente in Avengers: Endgame eppure la Johansson ha definito il film come un nuovo "franchise standalone", etichetta che indicherebbe futuri nuovi capitoli della saga in solitaria della Vedova Nera. A riportare la notizia, Kyle Buchanan del New York Times. Probabilmente, al termine di questo Black Widow, la Yelena Belova di Florence Pugh raccolga l'eredità di Natasha diventando la nuova Vedova Nera, le cui avventure in solitaria saranno raccontate in questo "franchise standalone". A quel punto un ipotetico Black Widow 2 sarebbe alquanto calzante, dato che racconterebbe letteralmente la storia della Vedova Nera numero 2.

Ricordiamo che Black Widow sarà il primo film Marvel Studios prodotto da un attore del MCU (la Johansson, appunto, che sarà produttrice esecutiva con Kevin Feige come produttore), e anche il primo ad essere interamente diretto da una donna, Cate Shortland. Uscirà a maggio 2020 e inaugurerà la Fase 4 del MCU.

Nel frattempo, la Johansson vuole convincere i dirigenti dei Marvel Studios a produrre una pellicola con al centro un (super)gruppo interamente al femminile.

Quanto è interessante?
4