Marvel

Black Widow, Kevin Feige conferma: il film non sarà vietato ai minori

Black Widow, Kevin Feige conferma: il film non sarà vietato ai minori
di

Durante una recente intervista, il Presidente dei Marvel Studios ha smentito ufficialmente tutte quelle voci, che volevano il film sulla Vedova Nera in procinto di essere il primo cinecomic della casa di produzione, ad essere orientato ad un target di soli adulti.

Parlando con ComicBook.com, Feige ha quindi dato la conferma ufficiale che, esattamente come per tutti gli altri film facenti parte del Marvel Cinematic Universe, anche lo standalone incentrato su Natasha Romanoff sarà caratterizzato da una classificazione PG-13.

Queste le sue parole:

"Realizzare un film vietato ai minori non è mai rientrato nei nostri piani. Spesso ci capita di vedere gente decantare la presunta ufficialità della cosa, a cui poi fanno seguito tutta una serie di notizie a riguardo."

Feige poi si sofferma, brevemente, sulla questione dei "due film all'anno", andando a chiarire i perché, di conseguenza, non vi siano stati altri annunci ufficiali al di fuori di Avengers: Endgame e Spider-Man: Far From Home: "Non vi sono obblighi legati al realizzare più di due film all'anno. Come abbiamo constatato in questo paio d'anni, ciò accadrà come un qualcosa di naturale, nel momento in cui vi saranno delle idee e dei team pronti a svilupparle. In quel caso sì, non ci tireremo indietro e lo faremo."

Il film sulla Vedova Nera rivedrà la partecipazione di Scarlett Johansson nei panni della letale agente dello S.H.I.E.L.D., poi divenuta Avengers e supereroina a pieno titolo. La regia del progetto è stata affidata a Cate Shortland, dopo una lunga serie di selezioni. La sceneggiatura del cinecomic è stata scritta da Jac Schaeffer.

Il cinecomic, salvo eventuali smentite, ha una data di distribuzione nelle sale cinematografiche prevista per il 2020.

Quanto è interessante?
4