Marvel

Black Widow, il flop al box-office è colpa di Disney+? Il punto della situazione

di

Nei giorni successivi all'approdo nelle sale cinematografiche di Black Widow, il nuovo capitolo del Marvel Cinematic Universe a distanza di due anni dall'ultimo, ci si interroga sui risultati deludenti che il film con Scarlett Johansson ha fatto registrare sinora al botteghino. Quale può essere la causa? La presenza del film su Disney+ ha inciso?

Diretto da Cate Shortland, Black Widow è il primo film Marvel interamente dedicato al personaggio di Natasha Romanoff, presente sinora nelle opere precedenti in condivisione con gli altri Avengers.
La ventiquattresima pellicola dell'MCU è ambientata dopo gli eventi di Captain America: Civil War. Vedova Nera si trova a dover fronteggiare una cospirazione legata al passato. Romanoff sarà costretta a combattere ciò che si era messa alle spalle ben prima di entrare negli Avengers.
Nel nostro video-approfondimento su Everyeye Plus cerchiamo di rispondere ad una domanda: il flop di Black Widow è stato causato da Disney+?

Black Widow è il film maggiormente piratato del 2021 ma è presente dal 9 luglio su Disney+, visibile grazie all'Accesso VIP, due giorni dopo l'uscita nelle sale.
Oltre a Scarlett Johansson, Black Widow comprende nel cast Florence Pugh nel ruolo di Yelena Belova, David Harbour nel ruolo di Alexei Shostakov, O.T. Fagbenle, Olga Kurylenko, William Hurt, Rachel Weisz e Ray Winstone.
Le riprese si sono svolte tra maggio e ottobre 2019 e l'uscita del film è slittata a causa dell'emergenza sanitaria legata alla pandemia di COVID-19.

Ecco la nostra recensione di Black Widow.

Quanto è interessante?
4