Marvel

Black Widow contraddice la storia di Natasha in Avengers: Endgame? Parliamone

Black Widow contraddice la storia di Natasha in Avengers: Endgame? Parliamone
di

Come sappiamo, l'evento della Decimazione scatenato dallo Schiocco di Dita di Thanos alla fine di Avengers: Infinity War ha portato l'universo intero a dover fare i conti con la morte di persone care, e soprattutto in Avengers: Endgame è stato palesato come proprio la Decimazione abbia influenzato non poco la psicologia di Natasha Romanoff.

I problemi di Vedova Nera scaturivano lì dalla perdita di alcuni dei suoi più stretti alleati, che lei riteneva ormai una famiglia, la sua vera famiglia. Stando però ad alcuni fan e una lettura laterale della storia, Black Widow di Cate Shortland contraddirebbe questo lato della Romanoff, cioè che i Vendicatori siano per lei una famiglia.

Questo perché nel film viene introdotta "l'altra famiglia" di Natasha, quella composta da Alexei (David Harbour), Yelena (Florence Pugh) e Melina (Rachel Weisz), la stessa che in Endgame non viene mai menzionata - per forza di cose - e che sarebbe alla base delle perplessità degli appassionati, dato che la Romanoff si comporta come se non esistesse per nulla.

Più che contraddire in verità il comportamento e la psicologia di Natasha, la cosa è più ascrivibile a un errore di continuity, perché al tempo Black Widow non era ancora sta girato e comunque non si poteva parlare di personaggi che erano ancora in fase di formazione e inserimento nel MCU.

Voi cosa ne pensate?

Quanto è interessante?
6