Black Panther 2 dopo la morte di Chadwick Boseman, Ryan Coogler: "Fermarsi era peggio"

Black Panther 2 dopo la morte di Chadwick Boseman, Ryan Coogler: 'Fermarsi era peggio'
di

La triste scomparsa di Chadwick Boseman ha lasciato un vuoto incredibile nel cuore di familiari, amici, colleghi e fan della star, e nemmeno il Marvel Cinematic Universe sarà più lo stesso senza di lui. Ma Black Panther 2 ci sarà, come anche Ryan Coogler, che spiega perché "fermarsi sarebbe stato più difficile".

Il regista di entrambi i film di Black Panther era un caro amico di Chadwick Boseman, oltre suo collaboratore sul set, e come ha affermato lui stesso, sarà incredibilmente difficile andare avanti ora che non c'è più.

Tuttavia, è certo che Chadwick non avrebbe mai voluto che la sua scomparsa segnasse la fine di Black Panther.

"È difficile. Ma devi andare avanti anche quanto perdi i tuoi cari. So che Chad non avrebbe mai voluto che ci fermassimo" ha spiegato ai microfoni di THR "Lui pensava sempre al prossimo, al gruppo, alla comunità. Black Panter, quello era il suo film. Lui era stato ingaggiato per interpretare quel ruolo prima ancora che potessero pensare ad altri, prima che venissi scelto io, prima che venissero chiamati gli altri attori. Ma sul set, lui pensava sempre e solo agli altri".

"Anche se stava passando tutto quello che stava passando, non faceva altro che preoccuparsi degli altri. Controllava sempre che tutto fosse al meglio, che tutti stessero bene. Anche se aveva finito di girare, rimaneva sul set e aiutava gli attori nelle altre scene" continua il regista "Per questo motivo, per me sarebbe ancora più dura fermarmi. Penso che Chad contro mi urlerebbe contro se potesse e mi direbbe 'Ma cosa stai facendo? Devi andare avanti!'".

Al momento, Black Panther 2 è programmato per arrivare nelle sale a luglio del 2022.

Quanto è interessante?
3