Birds of prey potrebbe non essere vietato ai minori

Birds of prey potrebbe non essere vietato ai minori
di

Mentre - stando sempre ai report, chiaramente - i Marvel Studios sembrano più che decisi a rendere il film dedicato alla Vedova Nera "vietato ai minori", sembra che ancora non ci sia un'idea chiara riguardante Birds of Prey.

Birds of Prey (and the Fantabulous Emancipation of One Harley Quinn) è il nuovo film targato DC Entertainment che vedrà per protagonista la Harley Quinn interpretata dall'attrice Margot Robbie, qui anche in veste di produttrice. Il film - una sorta di spin-off dallo sbanca-botteghini ma criticatissimo Suicide Squad - vedrà la Quinn fare team con altre due eroine dell'Universo DC per salvare la giovanissima Cassandra Cain dalle grinfie del villain noto come Maschera Nera.

Stando a quanto dichiarato dalla Robbie e trapelato in rete, l'intenzione dei realizzatori era quello di rendere la pellicola in uscita a febbraio 2020 la prima con il rating R, ovvero vietata ai minori di 17 anni non accompagnati negli Stati Uniti d'America. Ora, però, un nuovo report afferma che la Warner Bros. Pictures non ha ancora deciso sul da farsi e che la pellicola è in fase di produzione senza un rating ben in testa: questo vuol dire che, ad ora, Birds of prey potrebbe debuttare nei cinema con il rating R ma anche con il rating PG-13, che è quello comune a tutti i cinecomics.

Insomma, lo studio potrebbe pensare a varie opzioni e potrebbe addirittura far uscire la versione PG-13 al cinema ed una seconda, vietata ai minori, in edizione home video, un modus operandi (quello delle doppie uscite) non poi lontane dalla realtà della Warner (che ha distribuito extended cut in home video di molti cinecomic di casa DC). Staremo a vedere.

FONTE: CBM
Quanto è interessante?
4