di

Non sempre gli eroi sono solo quelli che appaiono sul grande schermo, lo ha dimostrato anche Ben Affleck chiamando al telefono un bambino ricoverato in ospedale.

Lo scorso giovedì, infatti, presso l’Hospice Atlanta, il rifugiato 11enne Mukuta – affetto da un cancro terminale – aveva espresso su Twitter il desiderio che qualcuno venisse a fargli visita travestito dal suo eroe preferito, Batman. Dopo aver ricevuto l’attenzione di Shazam in persona (Zachary Levi), Mukuta ha quindi ricevuto una videochiamato dal Cavaliere Oscuro in persona: Ben Affleck.

L’attore, attualmente alle Hawaii dove si stanno svolgendo le riprese di Triple Frontier di J.C. Chandor, ha effettuato una chiamata con FaceTime a Mukuta e dopo un iniziale momento di imbarazzo per non averlo riconosciuto – data la folta barba che ha al momento Affleck per le riprese del film – il suo volto si è rapidamente reso conto di trovarsi davanti Batman in persona.

Affleck è inoltre venuto a conoscenza del fatto che la madre del ragazzo non poteva raggiungerlo all’ospedale di Atlanta per le ingenti spese del viaggio dallo Zimbabwe, così l’attore si è spontaneamente offerto di coprire il costo delle spese.

Immediato anche il commento di Zachary Levi (futuro Shazam nel DC Extended Universe), il quale ha twittato: “Non tutti gli eroi indossano una maschera, ma casualmente alcuni sì. Bravo Ben Affleck. Continuiamo a pregare per Mukuta”. Al che Affleck ha risposto: “Mukuta è il vero supereroe qui!”.

Oltre a Triple Frontier, il futuro di Affleck dovrebbe vederlo tornare a indossare i panni del Cavaliere Oscuro in The Batman di Matt Reeves e nel film standalone dedicato a Flash.

FONTE: E! News
Quanto è interessante?
4