Batgirl, una star sul CEO Warner: "David Zaslan un codardo imbeci**e, verrà sostituito"

Batgirl, una star sul CEO Warner: 'David Zaslan un codardo imbeci**e, verrà sostituito'
di

Considerato quanto la cancellazione di Batgirl sia stata un colpo per gli spettatori, possiamo solo immaginare cosa abbia rappresentato per chi ci ha lavorato. I più hanno mantenuto un'eleganza encomiabile, ma ora un membro del cast si è prestato a una lunga intervista. E ha definito il CEO David Zaslan "un imbeci**e".

Grandi malumori fra le mura appena ampliatesi di Warner Bros. Discovery, che però nel processo di espansione finiranno per accogliere molti meno progetti di quanti WB abbia concesso finora. Dietro c’è un nome, quello di David Zaslan, il nuovo CEO che fin dai primi istanti ha reso chiara l’intenzione di rimettere in sesto il DCEU – e altri franchise in perdita della major – con un piano decennale che ricalchi il lavoro di Kevin Feige. Più passano i giorni, più diventa chiaro che spetterà a Dwayne Johnson farsi iniziale carico di questa ripartenza, come dimostra la nuova scena postcredit aggiunta a Black Adam e – dal punto di vista pubblicitario – la visibilità ricercata nelle bellissime copertine Total Film di Black Adam. Ma ovviamente, per ciascuno a guadagnarci, c’è un corrispettivo che ci perde.

Non solo il gigantesco film crossover di Crisi sulle Terre Infinite, non ancora avviato al momento della cancellazione, ma soprattutto il Batgirl con Leslie Grace. La maggior parte dei lavoranti ha dato prova di reazioni in punta di fioretto, considerata la situazione. Meno Kevin Smith che ha definito una gran ca**ata la cancellazione di Batgirl e meno la compositrice del film, che sembra svelare alcune cose non dette da Warner nella sua versione ufficiale. Ora la reazione più accesa la offre un membro principale del cast che, offrendosi come intervistato anonimo per una colonna di IndieWire, non ha risparmiato gli attacchi.

"Le molteplici vie concesse allo streaming e le loro vaghe garanzie sembrano tutt'altro che sicure. Sono molto offeso da quello che è successo e mi sento malissimo per i registi e Leslie Grace, che sono stati tutti meravigliosi colleghi, così come tutti i tecnici. È stata una sfida enorme e gratificante realizzare questo film durante il Covid e durante il freddo a Glasgow. Nessuna di queste cose ha importanza per un imbeci**e come David Zaslav. La sua codardia è mozzafiato. Sono felice di aver partecipato e auguro il meglio a tutte le persone coinvolte, tranne ai colletti bianchi della Warner Brothers. Ma prima o poi vengono sostituiti tutti".

In fondo, WB cancella Batgirl per mettere al suo posto Blue Beetle, un film dal successo altrettanto imprevedibile che ha ottenuto il salto alla ditribuzione in sala da che sarebbe dovuto arrivare solo su HBO Max. E ora Warner fa addirittura un passo indietro – atteggiamento bipolaristico – in quanto rivorrebbe Batgirl per un altro film con Leslie Grace. Ovviamente, ad aggravare l’amarezza in bocca a chi ci ha lavorato, il fatto che The Flash abbia un trattamento completamente diverso nonostante i guai ben più gravi causati da Ezra Miller. Certo, ci sono 190 milioni di budget a distanziarli, ma ora sembra che nemmeno il film multiversale sia più al sicuro.

FONTE: IndieWire
Quanto è interessante?
5