Batgirl: stesso punteggio di Black Adam e Shazam! ai test screening!

Batgirl: stesso punteggio di Black Adam e Shazam! ai test screening!
di

La rivelazione emersa nelle ultime ore in seguito alla cancellazione di Batgirl potrebbe scatenare una sollevazione generale dei fan. Warner Bros. Discovery sostiene di averlo fatto perché il film era pessimo e così i suoi risultati ai test screening. Ma ora viene fuori che sono gli stessi di Black Adam, messo invece sul piedistallo.

Com’era la versione pubblica? Il film di Adil El Arbi e Bilall Fallah non era abbastanza buono da meritarsi una distribuzione in sala – e nemmeno una streaming se è per questo – nonostante fosse costato 90 milioni e avesse praticamente terminato le riprese? Il calcolo aziendalista è stato determinato da un risparmio di 20 milioni in tassazione se si fosse proceduto coi lavori su Batgirl, ma comunque la ragione a monte è ovviamente una mancanza di fiducia della nuova direzione di Warner Bros. Discovery nel progetto: si sosteneva (con altre parole) troppo brutto per meritare di essere visto, come dimostravano dei presunti test screening fallimentari. Forse, invece, avevano senso le teorie del complotto di Kevin Smith su Batgirl.

E forse, grazie anche al ritorno di Michel Keaton come Batman e della Catwoman di Michelle Pfeiffer in Batgirl, il film si sarebbe effettivamente fatto apprezzare. Lo dimostrerebbe uno scoop destinato a far discutere e proveniente dalla coppia di giornalisti professionisti Erik Davis e Umberto Gonzalez. I due rivelano non solo che il punteggio non fosse così male, ma che fosse anche identico a quello di Black Adam – e quindi anche a Shazam! Fury of Gods – che attualmente viene pubblicizzato come il nuovo punto di ripartenza del DC Extended Universe. Dov’è la verità, a questo punto? Ovviamente la questione dei 20 milioni parrebbe una scusa, perché di fronte al risparmio si perdono 90 milioni di budget di cui, se anche il film si fosse trasformato in un flop, si sarebbe potuti parzialmente rientrare.

L’altra opzione è che il progetto, approvato prima della fusione con Discovery e malvisto dalla nuova gestione, rappresenti per quest’ultima l’ennesima espressione di una fase del DCEU da dimenticare: non si dimentichi che all’inizio fu affidato all’odiatissimo Joss Whedon, che nella mente dei fan si ricollega alle polemiche su Justice League e alla morte apparente dello SnyderVerse. Insomma, con il nuovo piano decennale per il DCEU, a quanto pare ricalcato al millimetro secondo una “formula Kevin Feige”, Batgirl sarebbe stato un altro biglietto da visita fuori posto. Mentre si intende investire, invece, sui contenuti seriali HBO Max: la seconda stagione di Peacemaker si farà; le cose si muovono per lo spinoff Constantine di Sandman, diretto da J.J. Abrams; The Penguin inizierà le riprese a breve, continuando il lavoro di Matt Reeves sul micro-franchise di The Batman.

FONTE: ScreenRant
Quanto è interessante?
3