La Bambola Assassina: ecco come il film reinventa il mito di Chucky

La Bambola Assassina: ecco come il film reinventa il mito di Chucky
di

Nel corso di una recente intervista Todd Masters, designer del reboot de La Bambola Assassina, ha raccontato come il nuovo film reinventerà completamente il mito di Chucky.

"Ogni volta che ti trovi di fronte a un remake o un reboot, o anche alla minima riprogettazione, avrai sempre a che fare con una strada in salita", ha spiegato Masters a Horror Geek Life. "Le persone avranno i loro ricordi fissi: le immagini, specialmente quelle horror, ma anche qualsiasi tipo di effetto che suscita emozioni, in realtà sono come una specie di trappole per la mente. Le persone prendono possesso di quelle immagini, quindi tu come artista vuoi che siano avvincenti."

Masters ha continuato:

"Quando ho sentito per la prima volta del progetto, ero un po' riluttante. Avevo già lavorato nei film di Chucky in passato, ma avevo comunque avuto a che fare col design della bambola del film originale e quando ho sentito che volevano riprogettarlo, ho pensato: 'Bene, vediamo come va a finire'. Tutti vorrebbero avere l'opportunità di revisionare il tipo di cosa che funzionava splendidamente per farla funzionare ancora di più."

Ma l'aspetto di Chucky non è l'unica cosa che sarà diversa nel nuovo film: le sue origini infatti non avranno a che fare con la possessione, ma con un malfunzionamento tecnologico.

"La cosa importante della sceneggiatura è che non è lo stesso film e c'è una ragione, una vera ragione per questa nuova storia. Questo mi ha interessato in particolar modo fin dall'inizio. Non era come se stessimo cercando di prendere il design originale e copiarlo, è una cosa totalmente diversa."

Per altri approfondimenti, vi rimandiamo ad una nuova clip de La Bambola Assassina e ad una featurette sul cast de La Bambola Assassina.

FONTE: HGL
Quanto è interessante?
2