Il Bambino con il Pigiama a Righe, Rupert Friend: 'Il mio personaggio mi spaventava'

Il Bambino con il Pigiama a Righe, Rupert Friend: 'Il mio personaggio mi spaventava'
di

Pur se raccontato dal punto di vista di un bambino, Il Bambino con il Pigiama a Righe è ben lontano dall'essere un film rassicurante: la storia tratta dal libro di Josh Boyne non risparmia dei veri e propri pugni nello stomaco agli spettatori, anche grazie alla presenza di personaggi che ben ritraggono la crudeltà degli ufficiali nazisti.

Uno di questi è senz'altro il Tenente Kotler, personaggio spietato e senza scrupoli che proprio per la sua terribile natura arrivò ad intimorire il suo interprete Rupert Friend, giunto quasi al punto di rifiutare il ruolo propostogli per il film per il timore di venire associato ad un essere tanto crudele (oltre che ai nazisti in generale, naturalmente).

"Voglio dire, non è particolarmente lusinghiero venire associato ad un gruppo di persone che ha quasi sterminato un'intera razza. Non sono una persona che alza la voce, non sono un tipo violento. Quel personaggio mi ha davvero spaventato. Ma poi ho compreso che l'obbiettivo era proprio quello. Dovevo dare il volto di un essere umano a quell'atrocità" spiegò qualche tempo dopo l'attore.

Avete apprezzato il film con Asa Butterfield? Diteci la vostra nei commenti! In occasione della giornata della memoria, intanto, ecco quelli che per noi sono i migliori film sull'Olocausto narrati da protagonisti bambini, da Storia di una Ladra di Libri ad Arrivederci Ragazzi.

FONTE: imdb
Quanto è interessante?
0