di

Jon Bernthal ha condiviso recentemente lo schermo con Kevin Spacey - al centro di numerose denunce per molestie sessuali - nel film campione d’incassi Baby Driver - Il genio della fuga.

Interrogato in merito alle vicende del collega, Bernthal ha risposto di non essere rimasto troppo sorpreso dalle notizie emerse sul suo conto in queste ultime settimane: “Andare su quel set e lavorare con lui, insomma io non ero molto presente, ma quando c’ero, mi ha proprio infastidito. Ho pensato si comportasse quasi come un bullo”.

L’attore, che tra non molto rivedremo su Netflix nella serie standalone su The Punisher, ha rivelato che molti dei comportamenti inappropriati di Spacey sul set erano rivolti agli uomini: “Ricordo che in quei giorni pensavo: ‘Cavolo, se fosse stata una donna quella con cui stava parlando, di sicuro avrei fatto o almeno detto qualcosa al riguardo’. Ricordo che ero contento di andarmene da lì e da aver perso il mio rispetto per lui. Penso sarebbe stupido da parte mia pontificare su qualcosa che non capisco, ma il tipo d’uomo che era mentre lo guardavo mi ha fatto perdere tutto il rispetto che avevo di lui ed è stato molto deludente”.

Quanto è interessante?
6