Marvel

Avengers: Infinity War, gli sceneggiatori parlano dell'influenza di Frasier

di

Continuano ad arrivare le dichiarazioni in merito al film campione mondiale di incassi di queste ultime settimane, ovvero Avengers: Infinity War di Anthony e Joe Russo.

Alla coda delle dichiarazioni si sono aggiunte anche quelle dei due sceneggiatori del film, Christopher Markus e Stephen McFeely, che dopo aver già parlato dei loro progetti futuri, non escludendo un loro ritorno nell’Universo Cinematografico Marvel per il dopo-Avengers 4, hanno indicato una delle influenze durante la stesura dello script di Infinity War.

Durante una chiacchierata con Yahoo Entertainment, i due sceneggiatori hanno indicato Frasier, la sit-com andata in onda tra la metà degli anni Novanta e l’inizio dei Duemila sulla NBC. “Frasier ha avuto un’influenza determinante nella decisione di mettere insieme Tony Stark e Doctor Strange”.

McFeely ha continuato spiegando il rapporto tra Frasier e il fratello nella serie: “Insomma hai questo personaggio e gli vuoi dare una famiglia e gli dai anche un fratello. Adesso, la maggior parte della gente penserà diamogli un rozzo operaio come fratello, così sarà il suo esatto opposto. Invece, non l’hanno fatto. Gli hanno dato un fratello che è persino più Frasier di Frasier stesso. E questo ha reso Frasier perfino più cool nel paragone. E anche i dialoghi ne hanno giovato. È stato intelligente”.

Markus, quindi, ha aggiunto: “Questo ti fa pensare a quanto sia fastidioso il personaggio. E mettere insieme Tony e Strange che sono parecchio simili – sono entrambi arroganti e dotati di un ego smisurato – la prima impressione potrebbe essere quella di tenerli separati perché sostanzialmente occuperebbero l’uno lo spaio dell’altro e ognuno di loro deve avere lo spazio per il proprio ego. Ma metterli insieme si è rivelato divertente, anche perché i loro poteri sono diversissimi. Ma ha anche aiutato Tony ad ammettere: ‘Wow, le persone arroganti sono davvero fastidiose… io sono arrogante, ah’. È così che diventiamo persone migliori nella vita”.

Nell’attesa che ci venga rivelato il titolo di Avengers 4 (con i due Russo sempre alla regia), su queste pagine potete già leggere la nostra recensione di Avengers: Infinity War, uscito lo scorso 25 aprile.

Sinossi: In Marvel's Avengers: Infinity War, mentre i Vendicatori continuano a proteggere il mondo da minacce troppo grandi per essere gestite da un solo eroe, emerge una nuova minaccia dalle ombre cosmiche: Thanos, un despota di infamia intergalattica. Il suo obiettivo è raccogliere tutte le sei Gemme dell'Infinito, manufatti di un potere inimmaginabile, e usarle per infliggere la sua volontà contorta in tutto l'universo. Tutte le battaglie che gli Avengers hanno combattuto hanno portato a questo: il destino della Terra e della stessa esistenza non è mai stato cosi incerto.

Quanto è interessante?
5