Avatar girati consecutivi, ma perché? James Cameron: "Non fare la fine di Stranger Things"

Avatar girati consecutivi, ma perché? James Cameron: 'Non fare la fine di Stranger Things'
INFORMAZIONI FILM
di

E se Stranger Things - o meglio, le debolezze di Stranger Things - fosse il principale motivo per cui James Cameron si è gettato nella mastodontica impresa di girare tutti i sequel di Avatar in consecutiva? Per lui è l'esempio perfetto che voleva evitare: "Ragazzini che sembrano..."

Ragazzini che sembrano 27enni. Lo abbiamo pensato tutti, almeno per alcuni di loro. Finn Wolfhard parla di primo debutto alla regia e Millie Bobby Brown non sembra più una liceale da un pezzo. Molti show risolvono il problema rivedendo le sceneggiature, seguendo per esempio l’età anagrafica dei protagonisti accompagnandoli dal liceo, all’università, al mondo lavorativo. Ma nel piccolo centro di Hawkins, probabilmente, un’università neanche c’è. E sicuramente non c’è su Pandora, che però sta segnando risultati clamorosi al botteghino: ha portato Disney a 4 miliardi nel 2022 in soli cinque giorni e potrebbe addirittura aggiungere un altro miliardo prima del 31 dicembre.

Battute a parte, sembra che nel corso dei prossimi due sequel – esclusa La via dell’acqua, quindi fino al quarto capitolo che avrebbe già concluso le riprese del primo atto – i più giovani personaggi del film non invecchieranno più di sei anni, almeno da sceneggiatura. È vero che molti di loro sono riadattati in CGI, basti pensare a Sigourney Weaver che interpreta la 14enne Kiri. Ma è anche vero che il personaggio di Spider è più problematico e basta quello, per un maniaco della precisione come Cameron, a preferire di girare così tanti kolossal di fila piuttosto che vedere un interprete andare troppo oltre rispetto all’età che dovrebbe avere su schermo.

Cameron ha parlato, per tornare alla questione, di evitare l’effetto Stranger Things: "Altrimenti fai quella fine – anche se adoro lo show, non lo nego – ma fai quella fine per cui i personaggi dovrebbero essere ancora al liceo ma sembrano avere 27 anni. Ripeto, mi piace lo show.... va bene, sospenderemo l'incredulità... ci piacciono i personaggi... però, ecco, ci siamo capiti”. Lo stesso Cameron ha usato invece come modello di riferimento positivo quello di Peter Jackson con la trilogia de Il Signore degli Anelli, girata per intero e poi distribuita a un anno di distanza l’uno dall’altro. Chissà se avrà chiesto anche a The Weeknd di registrare tutte le tracks delle credits?

FONTE: Entertainment Weekly
Quanto è interessante?
3