Avatar: La via dell'acqua, svelato il ruolo di Sigourney Weaver: non è sopravvissuta?

Avatar: La via dell'acqua, svelato il ruolo di Sigourney Weaver: non è sopravvissuta?
di

Creano non poca confusione le nuove rivelazioni e la trama del personaggio interpretato da Sigourney Weaver in Avatar: La via dell'acqua. Sapevamo da tempo del ritorno dell'attrice, mai il fatto che il suo personaggio fosse chiaramente deceduto nel precedente film faceva sorgere dei dubbi. Ecco la risposta che non vi aspettate.

Dopo che le prime immagini trapelate di Avatar 2 avevano mandato su di giri l’intera fanbase e oltre, lo spettacolare trailer del nuovo film di James Cameron ci ha portato direttamente fra le stelle, su Pandora, nei suoi splendidi oceani. Riuscireste a credere che proprio in quelle immagini del trailer di Avatar The Way of Water, nascosta fra i numerosissimi Na’vi, c’era anche Sigourney Weaver? O meglio, la nuova, diversissima indigena di Pandora che andrà a interpretare? Avete capito bene. La dottoressa Grace Augustine è ufficialmente morta, almeno così sembrerebbe.

Date invece il benvenuto a questo personaggio nuovo di zecca, fra l’altro centralissimo nel sequel che sarà: Kiri. Grazie infatti alla radicale trasformazione e al mimetismo concessi dalla mano pensante di computer grafica, la Weaver potrà interpretare un’adolescente. In particolare, la figlia adottiva di Jake (Sam Worthington) e Neytiri (Zoe Saldana). Questo vuol dire che alla bellezza di 72 anni (portati benissimo certo) l’attrice veterana si troverà nuovamente nei panni di una giovanissima, costretta a rendersi credibile e a replicarne le movenze.

Stupore ed eccitazione da parte della stessa attrice, che ha commentato a Empire: “Penso che tutti ricordiamo come ci sentivamo da adolescenti. Io sicuramente. Ero molto bassa quando avevo 11 anni. E ho percepito che Kiri si sarebbe sentita a disagio per la maggior parte del tempo. Sta cercando sé stessa. Ero entusiasta di ricevere quella sfida da Jim”. Concorde anche Cameron, che le fa eco: "In termini recitativi, è una grande sfida. Avremo un’attrice sulla sessantina che interpreterà un personaggio decenni più giovane della sua età biologica effettiva. Sigourney stessa è diventata più giovane sul set. Aveva più energia e non è mai uscita dal ruolo per tutto iol corso delle riprese. Aveva un viso luminoso, leggerezza nel passo e uno spirito divertente”.

Considerati i ritmi e le prove fisiche richieste dalle riprese, poi: è stato riportato come la 72enne sia arrivata a trattenere il respiro fino a sei minuti nelle scene subacquee, così da permettere a Cameron di catturare più scena possibile prima di dover prendere fiato e ricominciare. Per aiutarla in questa prova le sono stati affiancati subacquei militari d’élite. Voi siete sorpresi? Ditecelo nei commenti!

FONTE: Empire
Quanto è interessante?
3